Nuovi attrezzi giardinaggio da avere realmente per curare prato, alberi, siepi e fiori

Attenzione alla scelta degli attrezzi corretti per il giardinaggio perché sono in grado di fare la differenza.

Nuovi attrezzi giardinaggio da avere rea

Quali attrezzi giardinaggio per curare prato, alberi, siepi e fiori?

Per mantenere il terreno del giardino, è importante disporre di un dispositivo in grado di falciare l'erba. Tuttavia, le soluzioni sono molteplici: falciatrici manuali, elettriche o termiche, robot falciatrici, arieggiatori. Ma non sono i soli.

Quando si ha un pezzo di terra, piccolo o grande, coltivato o meno, è necessario mantenerlo. Tuttavia è necessario un certo numero di attrezzi giardinaggio. Quelli per la regolare manutenzione di esterni, prati, orti, alberi e fiori. Sebbene ognuno abbia le sue caratteristiche, alcuni possono avere diversi usi a seconda del giardino e non tutti sono adatti a tutti gli spazi. Approfondiamo quindi:

  • Quali attrezzi giardinaggio per curare prato, alberi, siepi e fiori

  • Altri attrezzi indispensabili per il giardinaggio

Quali attrezzi giardinaggio per curare prato, alberi, siepi e fiori

Per mantenere il terreno del giardino, è importante disporre di un dispositivo in grado di falciare l'erba. Tuttavia, le soluzioni sono molteplici: falciatrici manuali, elettriche o termiche, robot falciatrici, arieggiatori. Non tutti sono adatti a tutti i terreni. Decespugliatore e bordatrice sono strumenti di preparazione e finitura molto specifici.

Queste macchine sono infatti soluzioni interessanti per integrare l'azione delle falciatrici, soprattutto su terreni particolari, ripidi o sconnessi. Gli attrezzi da giardinaggio sono usati per facilitare la manutenzione dei giardini. Molti sono usati solo saltuariamente, ma altri, come un tosaerba, sono indispensabili per rendere i lavori più facili e veloci. Ecco un breve elenco di strumenti utilizzati per il giardinaggio e la manutenzione del giardino.

Gli strumenti necessari dipendono dal paesaggio. A seconda della disposizione del paesaggio della proprietà, ci sarà bisogno di un certo set di strumenti. Naturalmente, quasi tutti i giardini hanno prati. Deve essere tagliato periodicamente e, a seconda dell'area e del layout, sono necessari gli strumenti per mantenerlo efficiente e rapido. Chi ha alberi, probabilmente dovrai tagliare i rami secchi e quelli indesiderati. Vanno potati anche arbusti e siepi. Chi ha aiuole deve lavorare nel terreno e quindi avere gli strumenti che aiutano in questo lavoro.

Per la cura del prato vengono utilizzati un tagliabordi e una frusta per bordi. A seconda della zona da falciare, si può utilizzare una falciatrice manuale, motorizzata o anche un piccolo trattore. In generale, le persone acquistano un tosaerba a benzina o elettrico. Di solito è sufficiente una piccola frusta elettrica, ma per grandi aree quella a benzina è ancora la più efficace.

A seconda degli alberi decorativi, una piccola sega da potatura è sufficiente per tagliare rami secchi o piuttosto piccoli. Per i rami più grandi, una sega a mano o una piccola motosega, o motosega, sarà molto più efficace.

Per quanto riguarda l'orto, il terreno richiede una motozappa. Questo strumento funzionale è l'ideale per aerare e preparare il terreno per le future piantagioni risparmiando molte ore di lavoro. Tuttavia, questo strumento pratico, efficace e veloce non dovrebbe essere acquistato alla cieca. Piante, alberi, fiori e arbusti richiedono una manutenzione regolare durante tutto l'anno, compresa la potatura.

Per quanto riguarda il biotrituratore di piante, questo attrezzo un tempo riservato ai professionisti è da qualche anno presente nei giardini privati. Più piccolo, ma molto efficace, è disponibile in più dimensioni per ridurre le piante di vari diametri a scaglie, pacciame o materiale triturato.

Altri attrezzi indispensabili per il giardinaggio

Gli utensili manuali di solito hanno maniglie che richiedono un'attenzione speciale. Già al momento dell'acquisto è opportuno prediligere i manici in legno di frassino, che sono solidi e più flessibili, piuttosto che i manici in legno di pino, che si rompono velocemente.

Se occorre sostituire completamente l'impugnatura dell'utensile, tenere conto di questo dettaglio sulla natura del legno e fare la scelta giusta. L'usura dei manicotti si verifica spesso a livello dei fissaggi, serrare le viti o sostituirle se necessario. A volte è sufficiente immergere le impugnature in acqua per una notte, in modo che il legno si gonfi e quindi impedisca all'utensile di muoversi.

Una leggera carteggiatura con carta vetrata e un po' di paraffina può restituire la giovinezza dei vecchi manici, altrimenti basta ricoprire il legno con uno straccio imbevuto di olio di lino. Alcuni produttori di utensili optano per manici in plastica. Se guadagnano in solidità per strumenti che richiedono forza come il martello, il piccone o il martello, i manici in plastica facilitano la formazione di vesciche sulle mani, questo materiale non assorbe il sudore.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il