Nuovi incentivi auto Euro 6 2020 importi e sconti con o senza rottamazione con Dl Rilancio Coronavirus

Arriva un incentivo da 3.500 euro per chi rottama una vettura vecchia di dieci anni e acquista una Euro 6 benzina o diesel con emissioni al massimo a 110 grammi di Co2 al km.

Nuovi incentivi auto Euro 6 2020 importi

Quali sono i nuovi incentivi per comprare un'auto Euro 6?

Incentivo da 3.500 euro per chi rottama una vettura vecchia di dieci anni e acquista una Euro 6 benzina o diesel con emissioni fino a 110 grammi di C02 al chilometro. Il contributo a carico dello Stato è di 1.500 euro, duemila per il concessionario e resta in vigore dal primo agosto al 31 dicembre 2020. Il bonus è dimezzato senza rottamazione.

Al via dal primo agosto 2020 e fino al 31 dicembre 2020 i nuovi incentivi auto anche per acquista un nuovo veicolo a diesel o benzina. Lo sconto arriva a 4.250 euro e per ora i fondi sono stati stanziati solo per quest'anno.

Hanno poco a che spartire con l'ecobonus, attivato lo scorso anno e valido per tutto il 2020 e il 2021, previa disponibilità di risorse.

Si tratta cioè di facilitazioni economiche separate per comprare un'auto nuova o usata ma di interessante c'è che i due incentivi sono cumulabili e di conseguenza, insieme alle promozioni delle singole case automobilistiche sfornate a ritmo mensile, è possibile ottenere una sostanziosa riduzione di prezzo rispetto a quella iniziale.

La nuova agevolazione economica prevede tre scaglioni di incentivo in base alle emissioni dell'auto. L'obiettivo dell'esecutivo è di rinnovare il parco veicoli circolanti e di farlo nel segno della maggiore attenzione all'ambiente. Da qui la volontà di premiare chi sceglie un modello ecologico, con un basso impatto sull'ambiente e magari fa demolire l'auto in proprio possesso. Vediamo quindi

  • Nuovi incentivi per comprare auto Euro 6 nel 2020
  • Anche le auto usate nel nuovo bonus governativo

Nuovi incentivi per comprare auto nel 2020

I nuovi incentivi per comprare una nuova auto sono quindi calibrati sulla base delle emissioni del nuovo mezzo da comprare e acquista una Euro 6 benzina o diesel.

Da 0 a 20 grammi al chilometro di anidride carbonica sono previsti 2.000 euro di contributo statale, poi si passa alla fascia tra 21 e 60 grammi al chilometro di anidride carbonica con incentivo di 2.000 euro e soprattutto c'è il terzo scaglione tra 61 e 110 grammi al chilometro che beneficiano di 1.500 euro di contributo statale, a cui aggiungere 2.000 euro da parte del venditore sotto forma di sconto per un totale quindi di 3.500 euro per le auto a benzina e gasolio ovvero qualunque alimentazione tra 61 e 110 grammi al chilometro oppure 4.000 euro per le motorizzazioni alternative.

Le cifre sono riservate a chi decide di rottamare un veicolo più vecchio di 10 anni ovvero con almeno due lustri trascorsi dal giorno dell'immatricolazione.

In caso contrario si ha diritto a un incentivo dimezzato ovvero 1.000 euro di sconto dal venditore per aver accesso a 1.000 euro in più rispetto al bonus già presente dal 2019 per le vetture alternative e soprattutto 750 euro per le diesel e benzina ovvero qualsiasi tipologia di motorizzazione che rientri tra i 61 grammi e il 110 grammi al chilometro di anidride carbonica.

Per aver accesso questi incentivi bisogna rispettare ulteriori criteri: la vettura deve essere omologata M1 e quindi dedicata al trasporto persone di nove posti incluso il conducente. Le auto non devono costare più di 40.000 euro, Iva esclusa.

Anche le auto usate nel nuovo bonus governativo

Ulteriori incentivi sono dedicati all'acquisto anche di auto usate: è possibile rottamare una vettura Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3 e acquistare un modello Euro 6 o comunque al di sotto dei 60 grammi al chilometro di anidride carbonica e in questo caso si pagherà il 60% in meno degli oneri fiscali derivati dal passaggio di proprietà.

La domanda è semplice: come faccio a sapere se il modello che mi interessa ha una motorizzazione che rientra tra i 61 i 110 grammi al chilometro di anidride carbonica?

Basta consultare i dati dichiarati dalla casa automobilistica, ricavabili dal sito ufficiale o dalla stessa concessionaria di vendita del veicolo poiché fanno quasi sempre riferimento al ciclo di omologazione ufficiale Wltp.

Considerando le agevolazioni già attive, gli incentivi auto salgono a 4.000 euro arrivando così a quota 10.000 euro, di cui 2.000 a carico del venditore. In definitiva, per le auto Euro 6 comprate fra il primo agosto e 31 dicembre 2020 lo sconto è di 3.500 euro vincolato a un secondo sconto del concessionario di almeno 2.000 euro.

Il minimo è di 1.500 euro per gli acquisti di auto con emissioni di anidride carbonica ridotte con contestuale rottamazione di un veicolo vecchio di almeno 10 anni e dunque immatricolato prima del 2010.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie