Nuovo modo per recuperare soldi da condomini morosi che non pagano spese con sentenza tribunale 2020

Come recuperare soldi da condomini morosi che non pagano spese ricorrendo alla compensazione: cosa sapere e quando si può fare

Nuovo modo per recuperare soldi da condo

Qual è il nuovo modo per recuperare soldi da condomini morosi che non pagano spese?

Stando a quanto stabilito dal Tribunale di Teramo, per recuperare soldi dai condomini morosi si può ricorrere alla cosiddetta compensazione, sistema di estinzione di un’obbligazione che si può avere, come quella del mancato pagamento della quota di spesa condominiale dovuta, compensando, appunto, il mancato pagamento.

Le spese di condominio sono spese obbligatorie che devono essere regolarmente sostenute da tutti i condomini e che vengono divise tra tutti i condomini in misura proporzionale al valore delle rispettive proprietà, con riferimento alle tabelle millesimali, per cui più alto risulta il millesimale, più alto è l’importo di spese da pagare. Come si possono recuperare i soldi nei casi di condomini morosi che non pagano le spese di condominio?

  • Recuperare soldi da condomini morosi che non pagano spese con sentenza tribunale 2020
  • Spese condominio, regolamento e condomini morosi

Recuperare soldi da condomini morosi che non pagano spese con sentenza tribunale 2020

Dimenticanza, difficoltà economiche, impossibilità: sono diversi i motivi per cui un condominio non paga le spese condominiali, mancato pagamento che porta lo stesso condomino a diventare moroso, con tutte le conseguenze che ne derivano, anche in riferimento alle modalità di recupero dei soldi dovuti per le mancate spese condominiali pagate.

Una nuova sentenza 2020 emessa dal Tribunale di Teramo ha spiegato che c’è un nuovo modo per recuperare soldi dai condomini morosi e si tratta della cosiddetta compensazione, sistema di estinzione di un’obbligazione che si può avere, come quella del mancato pagamento della quota di spesa condominiale dovuta, compensando, appunto, il mancato pagamento.

Per esempio, se il condomino moroso deve ancora 100 euro di spese condominiali, il condominio può decidere di non pagare al proprietario di un’unità abitativa un eventuale debito, come un rimborso assicurativo. Così facendo, il condominio non paga al proprietario o affittuario di casa alcun credito vantante e proprietario o affittuario non devono al condominio le relative spese.

La compensazione, perché sia valida e legale, deve soddisfare determinate condizioni che sono:

  • che ci sia accordo tra le parti, ei casi di compensazione volontaria;
  • debito di condomino e credito del condominio devono essere di pari importo;
  • il debito deve essere considerato di facile liquidazione;
  • deve essere stabilita, nei casi di compensazione giudiziale, da un magistrato su debiti esigibili, anche per una parte dell’obbligazione.

Spese condominio, regolamento e condomini morosi

Nessun condominio può, dunque, mai sottrarsi al pagamento delle spese condominiali previste perché si tratta di un obbligo valido per tutti e nei casi di condomini morosi generalmente è il regolamento di condominio che stabilite termini specifici entro i quali effettuare il pagamento dovuto per le proprie quote insieme a interessi di mora ed eventuali sanzioni per i ritardi.

Nei casi in cui il regolamento non preveda nulla in merito, tocca all'assemblea dei condomini decidere ma, in ogni caso, quando un condomino è moroso e non paga le dovute spese di condominio, queste ultime non vengono pagate dagli altri condomini ma devono essere recuperate dal condominio moroso stesso.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie