Obbligo di catene a bordo: come funziona nel 2017?

Dal 15 novembre parte l’obbligo per gli automobilisti di adeguare la vettura con i dispositivi invernali. Scatta il vincolo delle catene da neve o calze da neve omologate oppure degli pneumatici invernali.

Obbligo di catene a bordo: come funziona nel 2017?

Cosa significa obbligo catene?

Dal 15 novembre al 15 aprile le auto devono essere dotate per legge degli pneumatici invernali o in alternativa dalle catene da neve oppure dalle calze omologate. L’obbligo catene da neve può subire delle variazioni in funzione delle ordinanze Regionali oppure delle località. Il Codice Stradale impone l’osservanza delle disposizioni in materia degli pneumatici invernali o l’adeguamento alle soluzioni del tutto alternative come la scelta di montare le catene da neve o calze.

L’obbligo catene è diretto a tutti gli automobilisti che non hanno equipaggiato la propria vettura con gli pneumatici invernali. Un punto fermo e decisivo su cui la legge non transige. Nei percorsi dove la segnaletica è chiara, le vetture devono essere dotate degli pneumatici invernali oppure quattro stagioni o in alternativa è necessario montare le catene da neve intorno alle gomme.

Obbligo di catene a bordo: come funziona nel 2017?

Gli automobilisti dovranno adeguare la propria vettura nel rispetto della legge. Dal 15 novembre parte l’obbligo di equipaggiare le vetture con la “dotazione invernale” fino al 15 aprile. La Legge n. 120 del 2010 garantisce agli enti locali quali Comuni, provincie ecc. di coordinare il traffico stradale e di emanare l’obbligo delle catene da neve o pneumatici invernali con un’apposita segnaletica in base alle esigenze.  L’obbligo di catene oppure pneumatici invernali coinvolge tutto il territorio italiano, spetta alle regioni la decorrenza dei termini, di conseguenza ogni regione o provincia o comune impone il proprio periodo di validità.

Quali sono gli obblighi degli automobilisti nel rispetto della normativa? Devono equipaggiare il proprio veicolo per affrontare le avverse condizioni climatiche dovute al periodo. Essere preparati in qualsiasi circostanza, nel rispetto della normativa a tutela della propria vita e nel rispetto di quella altrui, significa adeguare la propria vettura a rispondere in modo stabile a diverse circostanze, pronta sia che si tratti di un manto stradale innevato o ghiacciato.  L’automobilista può equipaggiare la vettura in 4 modi, quali:

  1. catene da neve omologate;
  2. pneumatici invernali;
  3. calze da neve omologate;
  4. gomme termiche o quattro stagioni .

Cosa si rischia nel circolare non adeguando la vettura alla normativa? L’automobilista incauto che viola le disposizioni di legge rischia una multa da circa 80 euro fino a circa 318 euro.

Se monto gli pneumatici da neve devo usare anche le catene? La questione non ruota sull’uso degli pneumatici da neve o delle catene, ma bensì sull’equipaggiamento del veicolo che all’occorrenza deve essere a norma. 

Qual è la differenza tra catene da neve e pneumatici invernali? Sostanzialmente il costo, infatti le catene da neve omologate, costano molto meno di un cambio ruote invernali. Le differenze principali si riscontrano sulla guida. Montare le catene da neve, significa, avere una maggiore trazione specie su fondi ghiacciati e scivolosi, ma nello stesso tempo non sono adatte per percorre lunghi tragitti a una velocità rilevante. Ecco perché spesso gli automobilisti prediligono gli pneumatici invernali, per avere un veicolo stabile che risponda a tutte le necessità.

Le catene da neve si montano su tutti i veicoli? No, prima di comprare le catene da neve è necessario controllare sul libretto di manutenzione, se la vettura può essere equipaggiata con tali dispositivi. In commercio troviamo dei veicoli con un ridotto spazio tra gli pneumatici e il vano ruota, in questo caso le catene non posso essere montate perché danneggerebbero parte della struttura meccanica della vettura.

Quali catene da neve acquistare? Catene classiche, catene ragno e catene a cavo. Il tutto dipende dalle dimensioni degli pneumatici e dal veicolo.

Autore: Antonella Tortora
pubblicato il