Offerta Poste Italiane per cessione del credito bonus 110% casa ristrutturazione. Importi, tempi, documenti

C'è anche Poste italiane che punta a farsi largo nella cessione del credito bonus 110% casa. E lo fa sfruttano lo zoccolo duro della sua clientela e la capillarità di uffici.

Offerta Poste Italiane per cessione del

Cessione del credito bonus 110% casa con Poste Italiane, come funziona?

La cessione di un credito d'imposta corrisponde alla detrazione spettante con Poste Italiane che conservano la facoltà di successive cessioni. A fronte della cessione del 110% del bonus, l'offerta di Poste Italiane si concretizza con il rimborso in una sola soluzione del 103%. Ma ci sono altri dettagli da calcolare.

Si allarga il ventaglio degli operatori del credito che propongono la propria offerta per la cessione del credito al 110% nell'ambito del bonus sulla ristrutturazione casa. Se le banche fanno parte di questa partita per definizione, c'è anche Poste italiane che punta a farsi largo in questo settore.

E lo fa ben sapendo di poter sfruttare lo zoccolo duro della sua clientela e la capillarità di uffici che la rende facilmente raggiungibile. Non solo, ma oltre alla tradizionale presenza fisica propone anche la consultazione delle offerte via web. Il tutto mentre occorre attendere il 19 ottobre per poter presentare formalmente domanda per la cessione del credito con chiusura il 31 dicembre 2021.

Per quanto riguarda gli interventi, è fondamentale che il contribuente ne esegue almeno uno di questi 3: innanzitutto i lavori di isolamento termico sugli involucri degli edifici. In seconda battuta quelli sulla sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni.

Sono ammessi alla detrazione al 110% anche i lavori relativa alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti. Via libera agli interventi antisismici.

In ogni caso deve essere conseguito il miglioramento di almeno due classi energetiche dell'edificio ovvero la classe energetica più alta. Se almeno uno di questi interventi viene eseguito è possibile associarne altri, rendendo quindi più interessante questa opzione proposta dal governo per rilanciare il setto dell'edilizia privata. Ma analizziamo più concretamente due aspetti:

  • Cessione del credito bonus 110% casa con Poste Italiane, come funziona
  • Documenti e tempi offerta Poste Italiane per cessione del credito

Cessione del credito bonus 110% casa con Poste Italiane, come funziona

Via libera dal 19 ottobre 2020 alla cessione del credito a Poste Italiane per i lavori di ristrutturazione casa che danno diritto alla detrazione al 110%. Il servizio è accessibile alle imprese e ai cittadini che sono titolari di un conto Bancoposta.

La cessione di un credito d'imposta corrisponde alla detrazione spettante con Poste Italiane che conservano la facoltà di successive cessioni. A fronte della cessione del 110% del bonus, l'offerta di Poste Italiane si concretizza con il rimborso in una sola soluzione del 103%.

Gli altri dettagli sono legati alla quota di bonus e alle annualità da trasferire. Tre precisazioni sono utili. La quota di credito d'imposta non utilizzata nell'anno non può essere fruita negli anni successivi e non può essere richiesta a rimborso.

Il credito d'imposta è fruito con la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe stata utilizzata la detrazione. I crediti d'imposta, che non sono oggetto di ulteriore cessione, sono utilizzati in compensazione15 attraverso il modello F24. In tutti i casi, i lavori devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2021.

Documenti e tempi offerta Poste Italiane per cessione del credito

C'è però un'altra carta che Poste Italiane tenta di giocare per fare breccia nelle preferenze dei consumatori ed è quella dell'azzeramento dei documenti da presentare. In buona sostanza occorre solo compilare il modello di richiesto inserendo tutti i dati richiesti.

Tuttavia è necessario che il contribuente che presenta domanda per accedere al bonus al 110% per la ristrutturazione casa sia un correntista di Poste italiane e allo stesso tempo possa eseguire le operazioni di Internet banking. L'azzeramento della procedura burocratico è possibile per un semplice motivo.

Al momento della richiesta allo sportellista di Poste italiane le idee devono essere chiare ovvero il contribuente deve essere già in possesso del visto di conformità e dello studio di fattibilità.

L'alternativa è ancora più rapida: fare tutto via web ovvero accedere prima alla piattaforma di Poste italiane e compilare un modulo online e quindi collegarsi al sito dell'Agenzia delle entrate e comunicare la cessione del credito a favore di Poste Italiane.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il