Opzione Donna 2020 etÓ e finestre, circolare ufficiale INPS con chiarimenti

Ultimi chiarimenti Inps su requisito anagrafico e finestre di uscita con opzione donna 2020: novitÓ recente circolare

Opzione Donna 2020 etÓ e finestre, circolare ufficiale INPS con chiarimenti

Quali sono i chiarimenti Inps su etÓ e finestre per andare in pensione con opzione donna 2020?

L’Inps con una recente circolare ha chiarito che l’età per l’uscita con opzione donna di 58 anni per le lavoratrici dipendenti e di 59 anni per le lavoratrici autonome non è soggetta all’adeguamento alla speranza di vita, confermando le due finestre di uscita di 12 e 18 mesi, rispettivamente, per lavoratrici dipendenti e autonome.

L’Inps ha reso nota una nuova circolare, numero 1551 del 16 aprile, con cui ha fornito diversi chiarimenti sulla possibilità di uscita con opzione donna. Quali sono i chiarimenti Inps su pensione con opzione donna 2020?

  • Opzione donna 2020 età chiarimenti Inps
  • Opzione donna 2020 finestre secondo circolare ufficiale Inps

Opzione donna 2020 età chiarimenti Inps

Ancora per quest’anno 2020 le lavoratrici hanno la possibilità di andare in pensione prima con l’opzione donna, misura sperimentale di uscita anticipata prorogata ancora per quest’anno. I requisiti richiesti per andare in pensione prima con opzione donna 2020 sono:
aver maturato 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2019;
avere un’età di 58 anni nel caso delle lavoratrici dipendenti (pubbliche e private) e di 59 anni nel caso delle lavoratrici autonome.

In merito all’età di uscita con opzione donna 2020, l’Inps ha chiarito con la nuova circolare che al requisito anagrafico necessario per opzione dona 2020 non si applicano gli adeguamenti alla speranza di vita.

Opzione donna 2020 finestre secondo circolare ufficiale Inps

Chiarimenti dall’Inps sono arrivati anche sulle finestre da calcolare per la pensione effettiva delle lavoratrici che decidono di andare in pensione prima con opzione donna. Due, in particolare, le finestre di uscita:  

  • una di dodici mesi da calcolare per le lavoratrici dipendenti, sia pubbliche che private;
  • una di diciotto mesi da calcolare per le lavoratrici autonome.

Nessuna novità per quanto riguarda il calcolo della pensione finale delle lavoratrici che decidono di uscire con opzione donna 2020: il calcolo del trattamento pensionistico con opzione donna avviene, infatti, sempre esclusivamente con metodo contributivo, con tagli dei trattamenti pensionistici finali, fino anche al 30%, rispetto a quelli che si percepirebbero andando in pensione di vecchiaia, a 67 anni di età e con almeno 20 anni di contributi.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie