Orario di lavoro e turni secondo contratto Grande distribuzione (CCNL) 2021

Regole per svolgimento orario ordinario di lavoro per lavoratori con contratto Grande Distribuzione, lavoro straordinario e su turni: cosa prevede Ccnl

Orario di lavoro e turni secondo contrat

Qual è l’orario di lavoro previsto per lavoratori con Ccnl Grande Distribuzione 2021?

Il Contratto Grande Distribuzione prevede per le aziende che esercitano l’attività di vendita al pubblico nei grandi magazzini, magazzini a prezzo unico, supermercati alimentari, cash and carry e ipermercati un orario ordinario medio di lavoro settimanale di 38 ore.
 

Il Ccnl Grande Distribuzione 2021 è il contratto che disciplina i rapporti di lavoro tra imprese del commercio, alimentari e non alimentari, organizzate in catene di negozi, ingrosso, franchising, cash and carry e shopping online e relativi dipendenti, prevedendo norme specifiche relative a stipendi per i diversi Livelli di inquadramento e ruoli e mansioni, regole relative a maturazione di ferie e permessi, malattia e infortuni, licenziamenti e dimissioni, e fissando orario di lavoro ordinario, straordinario, lavoro notturno, turni. Vediamo cosa prevede il contratto Collaboratori Grande Distribuzione 2021 per orario di lavoro, lavoro straordinario e su turni.

  • Contratto Grande Distribuzione 2011 orario di lavoro
  • Ccnl Grande Distribuzione come funzionano turni

Contratto Grande Distribuzione 2011 orario di lavoro

Il Contratto Grande Distribuzione prevede per le aziende che esercitano l’attività di vendita al pubblico nei grandi magazzini, magazzini a prezzo unico, supermercati alimentari, cash and carry e ipermercati un orario ordinario di lavoro settimanale di 38 ore.

In considerazione di particolari esigenze di lavoro, per far fronte alle variazioni dell'intensità lavorativa dell'azienda, le aziende possono organizzare la durata normale dell'orario di lavoro su 6 giorni, con un limite massimo di 48 ore settimanali da recuperare con rimodulazione dell'orario settimanale nelle precedenti o successive settimane. 

Per quanto riguarda il lavoro straordinario, se si ricorre a regimi di orario plurisettimanale, è inteso come straordinario l’orario di lavoro che decorre dalla prima ora successiva all'orario ordinario di lavoro stabilito da Ccnl.

I lavoratori con Ccnl Grande Distribuzione che fanno lavoro straordinario percepiscono la retribuzione relativa all’orario settimanale contrattuale, sia nei periodi di superamento e sia nei periodi di riduzione dell’orario contrattuale. 

Il datore di lavoro può richiedere prestazioni lavorative straordinarie nel limite massimo di 250 ore annue per ogni lavoratore. Il ricorso a prestazioni di lavoro straordinario vale sempre in relazione a:

  • casi di eccezionali esigenze tecniche e di impossibilità di fronteggiarle attraverso l’assunzione di altri
  • lavoratori;
  • casi di forza maggiore o casi in cui la mancata esecuzione di prestazioni di lavoro straordinario possa dare luogo a un pericolo grave e immediato ovvero a un danno alle persone o alla produzione;
  • casi di eventi particolari come mostre, fiere e manifestazioni collegate all’attività produttiva e allestimento di prototipi, modelli o simili, predisposti per le stesse, preventivamente comunicati agli uffici competenti.

Per le prestazioni lavorative straordinarie sono previste le seguenti maggiorazioni sulla quota oraria della normale retribuzione del presente contratto:

  • per lavoro straordinario diurno (dalla 41a alla 48a ora settimanale) 15%;
  • per lavoro straordinario diurno (eccedenti la 48a ora settimanale) 20%;
  • per lavoro straordinario notturno esclusi i turni regolari di servizio (dalle ore 22 alle ore 6) 50%; 
  • lavoro straordinario festivo e di domenica 30%.

Si considera lavoro straordinario notturno quello prestato tra le 22 e le 6 mentre non è considerato lavoro straordinario quello svolto di notte nel normale orario di lavoro da lavoratori adibiti a servizi notturni.

La maggiorazione per il lavoro straordinario notturno non è cumulabile con la maggiorazione prevista per il lavoro ordinario notturno e la maggiorazione più alta assorbe quella più bassa.

Ccnl Grande Distribuzione come funzionano turni

Il Ccnl Grande Distribuzione prevede la possibilità di flessibilità oraria a lavoro e lavoro su turni. La flessibilità dell’orario di lavoro è, per il Ccnl Grande Distribuzione, vincolante per tutti i lavoratori, ma per far svolgere il lavoro su turni l’azienda è tenuta ad informare i dipendenti con anticipo di almeno due settimane, della volontà di utilizzare l’istituto della flessibilità attraverso apposita comunicazione che riporti le indicazioni sulle modalità di esecuzione della flessibilità, cioè inizio, fine, orario richiesto ai lavoratori.

Il lavoro su turni nel ccnl Grande Distribuzione può essere organizzato, comprendendo anche il lavoro notturno, in diverse modalità, considerando le esigenze di lavoro, che sono, in particolare, le seguenti:

  • due turni di 6 ore ciascuno, uno mattutino e uno pomeridiano per le aziende o gli store che restano aperti 12 ore con sabato e domenica a rotazione;
  • quattro turni di 6 ore ciascuno (mattutino, pomeridiano, serale e notturno) a rotazione per le aziende che restano aperte 24 ore;
  • tre turni da 8 ore ciascuno (con orari fissi di inizio e fine 6-14-22) a rotazione, prevedendo un riposo per chi affronta il turno notturno.
     

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il