Paga base contratto commercio 2020 lorda e netta in base livelli

Paga base prevista dal contratto commercio 2020 e voci che influiscono su importo lordo e netto: chiarimenti e cosa sapere

Paga base contratto commercio 2020 lorda

Qual è la paga base prevista dal contratto commercio 2020?

La paga base prevista dal contratto commercio varia in base ai diversi Livelli di inquadramento previsti dallo stesso contratto. In particolare, la paga base prevista dal contratto commercio rappresenta il minimo tabellare stabilito per i Livelli di inquadramento che sono 7 più Livello Quadro e i due Livelli VV.PP.1ª  e VV.PP.2ª.

Qual è la paga base prevista dal contratto commercio 2020 in base ai livelli? Il contratto commercio 2020 esattamente come ogni altro Ccnl prevede una paga diversa per i lavoratori a seconda dei Livelli previsti dal contratto stesso in cui vengono inquadrati al momento dell’assunzione e che occupano poi nel corso della loro carriera professionale. Vediamo qual è la paga base lorda e netta prevista dal contratto commercio 2020.

  • Paga base contratto commercio 2020 lorda e netta in base livelli
  • Paga base contratto commercio 2020 lorda e netta differenza


Paga base contratto commercio 2020 lorda e netta in base livelli

La paga base prevista dal contratto commercio varia in base ai diversi Livelli di inquadramento previsti dallo stesso contratto. In particolare, la paga base stabilita dal contratto commercio che sarebbe il minimo tabellare stabilito per i Livelli di inquadramento è di:

  • 2.697,77 euro per il livello Q, Quadri;
  • 2.246,01 euro per il livello 1;
  • 2.010,38 euro per il livello 2;    
  • 1.791,05 euro per il livello 3;
  • 1.616,68 euro per il livello 4;
  • 1.508,95 euro per il livello 5;
  • 1.405,87 euro per il livello 6;
  • 1.281,31 euro per il livello 7;
  • 1.561,28 euro per il livello VV.PP.1ª;
  • 1.390,29 euro per il livello e VV.PP.2ª.

Alle somme appena riportate che rappresentano, come detto, la paga base, bisogna sommare le seguenti voci per avere la paga lorda:

  • indennità di funzione di 260,76 euro per i Quadri;
  • terzo elemento di 2,07 euro per tutti i Livelli di inquadramento previsti ad eccezione di VV.PP.1ª e VV.PP.2ª;
  • aumenti previsti per gli scatti di anzianità;
  • ulteriori indennità ed eventuali premi;
  • Anf, assegni familiari.    

Paga base contratto commercio 2020 lorda e netta differenza

L’importo della paga lorda comprende, dunque, tutte le voci retributive che concorrono alla formazione dello stipendio lordo del contratto commercio 2020 appunto che risulta maggiore rispetto alla paga netta che effettivamente il lavoratore con contratto commercio 2020 percepisce alla fine di ogni mese. Paga lorda e netta sono decisamente differenti perché dalla paga lorda, che somma paga base più altre voci come detto, bisogna sottrarre diversi costi come:

  • contributi previdenziali Inps;
  • imposta Irpef (in base ai diversi scaglioni di reddito);
  • addizionali comunali e regionali;
  • eventuali trattenute;
  • contributi Inail;
  • Tfr, Trattamento di fine rapporto.

Per esempio, un lavoratore con contratto commercio 2020 inquadrato nel Livello 7 che percepisce una paga base di 1.281,31 euro, e che per effetto di ulteriori voci arriva a 1.350 euro circa, considerando Iperf, addizionali locali, contributi e Tfr, percepisce una paga netta di circa 1100 euro.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie