Pensione anticipata, a quale età si può andare prima

I diversi sistemi di pensione per uscire prima, età e requisiti richiesti: come andare in pensione anticipata e regole previste

Pensione anticipata, a quale età si può andare prima

Come si può andare in pensione prima quest’anno?

I metodi per andare in pensione anticipata quest’anno sono diversi, dalle novità di quota 100 e proroga opzione donna e ape social e isopensione e opzione contributiva e ognuno di questi sistemi prevede età di uscita differenti.

 

Quali sono le forme pensionistiche per permettono di andare in pensione prima quest’anno? All’indomani dell’approvazione delle novità pensioni 2019, che hanno stabilito anche il blocco delle aspettative di vita per la pensione anticipata lasciando pertanto i requisiti per uscire fermi a 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e a 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne, senza alcuna età obbligatoria da raggiungere, per uscire prima quest’anno si può usufruire della quota 100 e della proroga di opzione donne e ape social 2019. Ma ci sono anche altri sistemi che permettono di andare in pensione prima. Vediamo quali sono.

Andare in pensione prima con quota 100

Tra le ultime novità approvate per permettere a uomini e donne di andare in pensione prima quest’anno c’è la quota 100: i requisiti necessari da maturare per andare in pensione con quota 100 sono 62 anni di età e almeno 38 anni di contributi. Per l’effettiva decorrenza della pensione sono previste due finestre mobili: una di tre mesi per i lavoratori dipendenti privati e una di sei mesi per i lavoratori dipendenti pubblici.

Nel calcolo per il raggiungimento dei 38 anni necessari per la quota 100 rientrano contributi volontari, contributi figurativi, contributi derivanti dal riscatto di determinati periodi come quello della laurea o di altri periodi ammessi dalla legge, come per esempio i periodi di contribuzione omessa e prescritta, vale anche il cumulo dei contributi previdenziali versati nelle gestioni previdenziali dell'Inps. Non si possono, però, cumulare i periodi contributivi versati in gestioni previdenziali private.

Andare in pensione prima con ape 2019

Anche quest’anno uomini e donne possono andare in pensione anticipata con Ape volontaria e Ape social, ancora prorogata. L’Ape volontaria permette di andare in pensione prima a 63 anni di età e con 20 anni di contributi, anticipando la pensione di quattro anni rispetto ai 67 anni di età richiesti dalla pensione di vecchiaia, chiedendo un prestito pensionistico da rimborsare in 20 anni. Possono presentare domanda per l’uscita con ape volontaria lavoratori e lavoratrici dipendenti private e pubbliche, lavoratori autonomi e iscritti alla Gestione Separata.

Per l’ape volontaria servono non solo 63 anni di età e 20 anni di contributi ma anche avere una pensione non inferiore a 1,5 volte l’importo dell’assegno sociale. L’ape social, invece, ancora prorogata per quest’anno 2019, a differenza dell’ape volontaria non prevede alcuna richiesta di prestito, è a costo zero, permette anch’essa di andare in pensione a 63 anni di età e 20 anni di contributi ma può essere richiesta solo da determinate categorie di persone che sono  disoccupati che abbiano esaurito da almeno tre mesi tutti i sussidi di disoccupazione; lavoratori usuranti; o invalidi con una percentuale di invalidità accertata dal 74% in su, e parenti di primo grado che li assistono da almeno sei mesi prima della domanda.

Uscire prima con opzione donna 2019

Insieme a quota 100, ape volontaria e social le donne hanno la possibilità di uscire prima ancora per quest’anno con l’opzione donna. Si tratta di una misura ancora sperimentale che permette alle lavoratrici dipendenti e autonome di andare in pensione, rispettivamente, a 58 e 59 anni, avendo maturato almeno 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2018 e accettando il calcolo della pensione finale esclusivamente con metodo contributivo.

Opzione contributiva 2019 per uscire prima

Quest’anno 2019 si può uscire prima anche con l’opzione contributiva: questo sistema di pensione anticipata vale solo per i lavoratori che abbiano maturato meno di 18 anni di contributi al 1995 o almeno 15 anni di contributi di cui almeno 5 rientranti nel sistema di calcolo contributivo.    

Uscire prima con Isopensione 2019

Altro sistema per permette di andare in pensione anticipata 2019 è l’isopensione: si tratta di un metodo di pensione anticipata che permette di andare in pensione prima fino a 7 anni a lavoratori e lavoratrici in esubero. L’isopensione può essere richiesta per uscire prima solo da lavoratori impiegati di aziende con più di 15 dipendenti.

La domanda per l’isopensione deve essere presentata dall’azienda all’Inps e l’erogazione dell’assegno può avvenire in un’unica soluzione o a rate da parte dell'azienda tramite Inps fino a quando il lavoratore non matura i normali requisiti pensionistici.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie