Pensione, età per le donne in cui si può uscire

Quali sono i requisiti anagrafici per la pensione delle donne, da pensione di vecchiaia a pensione anticipata a opzione donna

Pensione, età per le donne in cui si può uscire

Quando possono andare in pensione le donne?

Le donne hanno la possibilità di scegliere tra diverse forme pensionistiche, tra pensione di vecchiaia, pensione anticipata, quota 100 e opzione donna, con età diverse in base alla tipologia di uscita che si sceglie.

 

Le donne, come del resto tutti i lavoratori, possono scegliere di andare in pensione con diverse forme pensionistiche, alcune delle quali, come la pensione anticipata, prevedono per loro requisiti differenti sia di età che di contributi per l’uscita definitiva. Vediamo quali sono le forme pensionistiche 2019 tra cui le donne possono scegliere per andare in pensione e requisiti e anni per uscire prima.

Pensione di vecchiaia e anticipata 2019 per le donne

I requisiti richiesti alle donne per andare in pensione di vecchiaia, come stabilito dall’attuale legge Fornero sulle pensioni, sono esattamente gli stessi previsti per gli uomini. Età e requisito contributivo da raggiungere per tutti quest’anno 2019 sono di 67 anni di età e almeno 20 anni di contributi. L’età di 67 anni di età per la pensione di vecchiaia vale per tutte le donne, sia lavoratrici dipendenti del pubblico impiego, sia dipendenti private, sia lavoratrici autonome.

Le donne possono andare anche in pensione di vecchiaia contributiva e anche in tal caso i requisiti di età e contributi sono uguali per donne e uomini. In entrambe i casi, infatti, bisogna raggiungere almeno 71 anni di età, maturare almeno cinque anni di contributi e aver iniziato a versare i contributi a partire dal 1996.

Per la pensione anticipata, poi, non è previsto un requisito di età particolare ma solo contributivo che varia tra uomini e donne: nel primo caso servono 42 anni e dieci mesi di contributi, mentre nel secondo servono 41 anni e dieci mesi di contributi. In entrambe i casi è prevista una finestra di tre mesi.

Pensione quota 100 2019

Anche per andare in pensione con la quota 100 età e contributi richiesti a uomini e donne sono gli stessi e vale a dire 62 anni di età e almeno 38 anni di contributi. Anche per la decorrenza effettiva della pensione con quota 100 sono previste finestre mobili che sono differenti ma non tra uomini e donne ma tra lavoratori dipendenti privati e lavoratori dipendenti pubblici: nel primo caso, infatti, è prevista una finestra di tre mesi, mentre nel secondo caso è prevista una finestra di 18 mesi.

Opzione donna 2019

Ciò che, invece, caratterizza la possibilità di uscita prima per le donne rispetto agli uomini è la misura sperimentare dell’opzione donna, sistema che permette alle donne lavoratrici dipendenti e autonome di andare in pensione quest’anno 2019 rispettivamente a 58 e 59 anni avendo maturato almeno 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2018 e per cui sono previste due finestre mobili di 12 mesi per le lavoratrici dipendenti, sia private che pubbliche, e di 18 mesi per le lavoratrici autonome.

L’opzione donna permette di anticipare il momento della pensione di quasi dieci anni, considerando che servono 67 anni di età per la pensione anticipata, ma a condizione di accettare una pensione finale calcolata esclusivamente con metodo contributivo, che come risultato da un trattamento finale decisamente più basso rispetto a quanto si percepirebbe maturando la pensione di vecchiaia.

Ape volontaria e ape social 2019 per pensione donne

Per andare in pensione con l’ape volontaria e prestito 20ennale da restituire i requisiti da raggiungere sono 63 anni di età e almeno 20 anni di contributi. Per l’ape social, invece, possono fare domanda ancora per quest’anno 2019 solo le donne che sono del tutto disoccupate e che hanno esaurito da almeno 3 mesi tutti i sussidi di disoccupazione e hanno 63 anni di età e 30 anni di contributi; invalide con una invalidità superiore al 74% (e parenti di primo grado) con 63 anni di età e almeno 30 anni di contributi; lavoratrici usuranti con 63 anni di età e 36 anni di contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie