Pensione reversibilità 2020 può essere cumulabile e compatibile con invalidità civile o no

Quando pensione reversibilità 2020 è cumulabile e compatibile con invalidità civile e cosa cambia quest’anno: chiarimenti

Pensione reversibilità 2020 può essere c

La pensione reversibilità 2020 può essere cumulabile e compatibile con invalidità civile o no?

Pensione di reversibilità e pensione di invalidità civile sono compatibili e cumulabili a condizione che non venga superato un determinato limite di reddito stabilito per legge. L’assegno mensile di invalidità civile, infatti, essendo una prestazione economica riconosciuta a chi si trova in condizioni di difficoltà economiche di bisogno, per continuare a percepirlo bisogna sempre avere un reddito inferiore ai limiti stabiliti dalla legge.

La pensione di reversibilità e quella di invalidità civile sono cumulabili e compatibili? I trattamenti pensionistici Inps sono soggetti a regole specifiche e stando a quanto stabilito dal governo, da quest’anno 2020, chi percepisce pensione di reversibilità e pensione di invalidità avrà importi inferiori. Vediamo allora se e come la pensione di reversibilità 2020 è cumulabile con la pensione di invalidità civile.

  • Pensione reversibilità 2020 può essere cumulabile e compatibile con invalidità civile o no
  • Pensione reversibilità 2020 e pensione invalidità civile cosa cambia

Pensione reversibilità 2020 può essere cumulabile e compatibile con invalidità civile o no

La pensione di reversibilità è una prestazione economica erogata su domanda dall’Inps in ai familiari del pensionato scomparso. Hanno diritto a percepire la pensione di reversibilità, in percentuali differenti, coniugi, figli, nipoti e, in mancanza di coniuge, figli e nipoti, i genitori d'età non inferiore a 65 anni, non titolari di pensione, che alla data di morte del pensionato siano a carico del medesimo, e, in assenza dei genitori, i fratelli celibi inabili e sorelle nubili inabili, che non siano titolari di pensione e che alla data di morte del pensionato siano a carico del medesimo.

La pensione d’invalidità civile è una prestazione economica riconosciuta a chi ha un’invalidità riconosciuta superiore al 74% e che si trova costretto a vivere in condizioni economiche difficili e di disagio.

Pensione di reversibilità e pensione di invalidità civile sono compatibili e cumulabili a condizione che non venga superato un determinato limite di reddito stabilito per legge ogni anno. L’assegno mensile di invalidità civile, infatti, essendo una prestazione economica riconosciuta a chi si trova in condizioni di difficoltà economiche di bisogno, per continuare a percepirlo bisogna sempre avere un reddito inferiore ai limiti stabiliti dalla legge.

Ciò significa, dunque, che pensione di reversibilità 2020 e pensione di invalidità civile sono compatibili e si possono cumulare ma solo se si rientra entro specifiche soglie di reddito, altrimenti il principio di cumulabilità viene meno.
 

Pensione reversibilità 2020 e pensione invalidità civile cosa cambia

Secondo quanto previsto dalle regole attualmente in vigore, chi percepisce una pensione di reversibilità 2020 e percepisce anche altri redditi Irpef è soggetto a tagli della pensione di reversibilità.

In particolare, stando a quanto stabilito, se i redditi Irpef dei superstiti non superano di 4 volte il trattamento minimo, la pensione di reversibilità si riduce del 25%, percentuale che sale al 40% per chi ha un reddito compreso tra le 4 e le 5 volte il trattamento minimo. Se, invece, il reddito supera i 2.570 euro mensili, l’importo del trattamento si riduce alla metà. Stesso discorso vale per chi percepisce la pensione di invalidità e altri redditi.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie