Per lavori condominiali si può entrare in un appartamento privato o è vietato

Vietato entrare in un appartamento privato pur per lavori condominiali senza autorizzazione e presenza dei proprietari: norme in vigore

Per lavori condominiali si può entrare i

Per lavori in condominio si può entrare in un appartamento privato?

Stando a quanto previsto dalle norme attuali, aver approvato lavori in condominio significa che tutti i condomini sono al corrente delle opere che si effettueranno sul condominio, e relativi tempi dei lavori, e che hanno approvato eventuali ingressi nei propri appartamenti se necessari per controlli o svolgimento stesso dei lavori. Dunque, per lavori in condominio si può entrare in appartamenti privati previo consenso dei proprietari e alla loro presenza, altrimenti è vietato.
 

Per lavori condominiali si può entrare in un appartamento privato? Fare lavori in condominio è una decisione che generalmente viene deliberata dall’assemblea di condominio ma che a volte, e parliamo dei casi in cui si tratti di lavori urgenti in condominio, possono essere decidi direttamente dall’amministratore di condominio, o anche da un singolo condomino se si tratta di lavori necessari per evitare di creare rischi, danni, problemi per l’incolumità dei condomini. Vediamo se quando si effettuano lavori in condominio è possibile entrate negli appartamenti privati

  • Per lavori condominiali si può entrare in un appartamento privato o è vietato
  • Lavori in condominio sanzioni per chi entra in appartamento privato

Per lavori condominiali si può entrare in un appartamento privato o è vietato

Quando vengono deliberati lavori in condominio, per legge, deve trattarsi di lavori da eseguire sulle parti comuni dell’edificio senza alcun danno o un pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell'edificio, anche nel caso in cui si tratti di trasformare balconi in verande.

Aver approvato lavori in condominio significa che tutti i condomini sono al corrente delle opere che si effettueranno sul condominio, e relativi tempi dei lavori, e che hanno approvato eventuali ingressi nei propri appartamenti se necessari per controlli o svolgimento stesso dei lavori. Dunque, per lavori in condominio si può entrare in appartamenti privati solo se si ha il consenso dei proprietari e alla loro presenza.

Per osservanza del principio previsto dalla Costituzione secondo cui il domicilio è inviolabile, per lavori in condominio, anche nel caso di lavori urgenti in condominio, l'amministratore di condominio non ha alcun potere ad autorizzare ad entrare in un appartamento privato. In mancanza dei proprietari dell’appartamento, cioè, pur per lavori in condominio, entrare in appartamento è vietato.  

Lavori in condominio sanzioni per chi entra in appartamento privato 

Per lavori in condominio è vietato, dunque, entrare in un appartamento privato senza autorizzazione dei proprietari e alla loro presenza a chiunque violi tale divieto è soggetto a sanzioni. Stando, infatti, a quanto previsto dalle leggi attuali, per chi entra in un appartamento privato senza autorizzazione e contro la volontà espressa dai proprietari, anche per lavori in condominio, è prevista la reclusione da sei mesi a tre anni.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il