Periodo di finestra pensione viene calcolata nella data indicata dal simulatore INPS o no

Simulatore Inps per indicare data di pensione non considera eventuali finestre mobili previste: come funziona e chiarimenti

Periodo di finestra pensione viene calco

Periodo di finestra pensione viene calcolata nella data indicata dal simulatore Inps?

Il simulatore Inps nell’indicare la data di pensione non calcola il periodo delle eventuali finestre mobili per la pensione definitiva. Il simulatore Inps permette di calcolare una data di pensione relativamente a pensione di vecchiaia e pensione anticipata. Se, come accennato, per la pensione di vecchiaia 2021-2022 non è prevista alcuna finestra mobile per l’effettiva uscita dal lavoro, la pensione di vecchiaia, che permette di andare in pensione con 42 anni e dieci mesi di contributi agli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne, prevede una finestra mobile di tre mesi. Dal momento in cui si maturano gli effettivi contributi e l’età per andare in pensione per l’uscita e dalla relativa data indicata per la pensione devono trascorrere ulteriori tre mesi per essere definitivamente a riposo. 
 

Il periodo di finestra pensione viene calcolata nella data indicata dal simulatore Inps? Le finestre mobili sono quel periodo di tempo che intercorre tra la maturazione dei requisiti previsti per andare in pensione e la decorrenza della pensione stessa, ma non si applicano a tutte le forme pensionistiche di uscita.

Per esempio, per andare in pensione di vecchiaia a 67 anni di età e con almeno 20 anni di contributi non è richiesta alcuna finestra mobile. Ciò che spesso ci si chiede è se nella simulazione Inps della data per la pensione il periodo della finestra mobile viene calcolato o meno.

Il simulatore Inps calcola o no periodo finestra pensione nella data indicata 

Il calcolo della data di pensione del simulatore Inps si basa soprattutto su tre elementi fondamentali che sono età, storia lavorativa e retribuzione/reddito e, per indicare la data di pensione presumibile, il simulatore:

  • controlla i contributi versati all’Inps e comunica all'Istituto i periodi di contribuzione mancanti con la segnalazione contributiva; 
  • calcola l'importo stimato della pensione a moneta costante, indipendentemente dall'andamento dell'inflazione; 
  • indica la data in cui si matura il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata; 
  • indica una stima del rapporto fra la prima rata di pensione e l'ultimo stipendio (tasso di sostituzione);
  • ipotizza la sospensione del lavoro, indicando la data in cui interrompere l'attività lavorativa;
  • modifica la previsione del Pil futuro e il proprio andamento retributivo/reddituale annuale. 

Il simulatore Inps nell’indicare la data di pensione non calcola il periodo delle eventuali finestre mobili per la pensione definitiva.

Il simulatore Inps permette di calcolare una data dper uscite con pensione di vecchiaia e pensione anticipata. Se, come accennato, per la pensione di vecchiaia 2021-2022 non è prevista alcuna finestra mobile per l’effettiva uscita dal lavoro, la pensione di vecchiaia, che permette di andare in pensione con 42 anni e dieci mesi di contributi agli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne, prevede una finestra mobile di tre mesi.

Dal momento in cui si maturano gli effettivi contributi e l’età per andare in pensione per l’uscita e dalla relativa data indicata per la pensione devono trascorrere ulteriori tre mesi per essere definitivamente a riposo e percepire lo spettante trattamento pensionistico ma la data indicata dal simulatore Inps non comprende già le finestre. 
 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il