Periodo di prova contratto di agenzia Enasarco durata, calcolo giorni effettivi, stipendio

Durata non definita, stipendio a provvigioni, versamento dei contributi: cosa prevede il contratto agenzia Enasarco per periodo di prova agenti

Periodo di prova contratto di agenzia En

Qual è la durata del periodo di prova nel contratto di agenzia Enasarco?

A differenza di quanto previsto dagli altri Ccnl contratti nazionali di lavoro, per il contratto agenzia Enasarco non esiste un tempo determinato e definito, massimo e minimo, di svolgimento del periodo di prova ma, come previsto dalle norme in vigore, la durata del periodo di prova di agenti con contratto Enasarco deve essere limitata al tempo necessario e sufficiente per compiere la valutazione del lavoro, e si tratta, dunque, di un tempo differente di volta in volta in base al singolo rapporto, settore in cui le parti operano, tipologia di prodotti da vendere. Indicativamente, comunque, possiamo dire che il periodo di prova per agenti con contratto Enasarco ha in generale una durata che varia dai due ai sei mesi. 
 

Cosa prevede il contratto di agenzia Enasarco per il preiodo di prova? Il contratto Enasarco è il contratto che si applica a coloro che appartengono alla Fondazione Enasarco (Ente Nazionale di Assistenza Agenti e Rappresentanti di Commercio), ente previdenziale per i Rappresentanti e gli Agenti di Commercio che prevede una serie di servizi pensionistici integrativi a quelli previsti dall'Inps e regola i rapporti di lavoro tra le aziende e i soggetti che svolgono la professione di agente di commercio o di rappresentanti monomandatari o plurimandatari. 

Anche il contratto di agenzia Enasarco prevede un periodo di prova. Vediamo allora come funziona.

  • Periodo di prova contratto agenzia Enasarco 2021 durata e calcolo giorni effettivi
  • Periodo di prova contratto agenzia Enasarco 2021 stipendio

Periodo di prova contratto agenzia Enasarco 2021 durata e calcolo giorni effettivi

Il Contratto agenzia Enasarco prevede un periodo di prova valido sia per contratto di agenzia a tempo indeterminato e sia per contratto a tempo determinato un periodo durante il quale le parti possono valutare lavoro e operato.

Il periodo di prova rappresenta a tutti gli effetti un inquadramento per l’agente e validità del contratto di agenzia a tutti gli effetti, per cui deve esserne regolarmente comunicato l’inizio e la cessazione all’Enasarco.
 
Durante il periodo di prova nel contratto agenzia Enasarco entrambe le parti hanno la possibilità di interrompere il rapporto di lavoro senza alcun obbligo di preavviso e, nel caso di cessazione del rapporto di lavoro durante il periodo di prova, all’agente non vengono riconosciute le provvigioni mancanti fino alla scadenza, in caso di contratto a tempo determinato.

Ciò significa che la mandante può interrompere il rapporto di lavoro con il potenziale agente, liberare subito la zona e senza pagare le provvigioni, risparmiando decisamente molto sui costi. Precisiamo che il periodo di prova, meglio noto nel contratto Enasarco come patto di prova, non prevede termini di preavviso previsti dal codice civile o dagli A.E.C. (Accordi economici collettivi) per il contratto di agenzia è a tempo determinato, permettendo così di interrompere anticipatamente il contratto anche in mancanza di giusta causa.
 
A differenza di quanto previsto dagli altri Ccnl contratti nazionali di lavoro, per il contratto agenzia Enasarco non esiste un tempo determinato e definito, massimo e minimo, di svolgimento del periodo di prova ma, come previsto dalle norme in vigore, la durata del periodo di prova di agenti con contratto Enasarco deve essere limitata al tempo necessario e sufficiente per compiere la valutazione del lavoro, e si tratta, dunque, di un tempo differente di volta in volta in base al singolo rapporto, settore in cui le parti operano, tipologia di prodotti da vendere.

Indicativamente, comunque, possiamo dire che il periodo di prova per agenti con contratto Enasarco ha in generale una durata che varia dai due ai sei mesi, calcolando i giorni di lavoro effettivo prestato. Gli agenti in prova con contratto Enasarco hanno, inoltre, diritto al versamento dei relativi contributi ai fini pensionistici. 

Dunque, il patto di prova nel contratto agenzia Enasarco deve:

  • essere messo per iscritto all’interno del contratto che deve essere firmato dall’agente;
  • avere una durata massima di 6 mesi, salvo casi eccezionali da valutare di volta in volta;
  • prevedere versamento dei contributi ai fini pensionistici;
  • prevedere nella clausola che le parti possono interrompere il periodo di prova in qualunque momento anche prima della scadenza.

Periodo di prova contratto agenzia Enasarco 2021 stipendio

Durante il periodo di prova con contratto agenza Enasarco, all’agente spetta lo stesso stipendio previsto da Ccnl per lavoratori già assunti. In realtà, gli agenti con contratto Enasarco percepiscono lo stipendio su provvigioni. Stesso discorso vale per agenti in periodo di prova, ma spettano solo ad eventuale fine del periodo di prova mentre se tale periodo si interrompe prima, si possono non riconoscere all’agente né provvigioni né alcuna indennità. 

La provvigione rappresenta una percentuale da calcolare sul valore del contratto concluso grazie al lavoro dell’agente e le sue modalità di calcolo vengono stabilite dalle parti. Per gli agenti con contratto Enasarco plurimandatario, provvigione si calcola anche per gli affari conclusi dal preponente con terzi ma che l'agente aveva in precedenza acquisito come clienti per affari dello stesso tipo, o appartenenti alla zona, o alla categoria.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il