Periodo di prova contratto medici ospedalieri c'è o no: regole in vigore, durata, stipendio

Periodo di prova previsto da Ccnl medici ospedalieri e di durata variabile: regole in vigore e chiarimenti in base a tipi di assunzione contrattuale

Periodo di prova contratto medici ospeda

Il periodo di prova nel contratto medici ospedalieri c'è o no?

Stando a quanto previsto dalle attuali norme, il contratto medici ospedalieri 2021 prevede un periodo di prova per i propri assunti che ha una durata differente a seconda del tipo di assunzione del medico, se cioè a tempo determinato o indeterminato, prevedono in entrambe i casi regole specifiche e distinte per alcuni ambiti. 
 

Il periodo di prova nel contratto medici ospedalieri c'è o no? Il contratto medici ospedalieri 2021 che si inserisce nel settore sanità prevede diverse e specifiche norme per la disciplina del lavoro sanitario in ospedale, con regole che riguardano orari di lavoro ordinario, straordinario, nei giorni festivi, stipendi e ruoli e mansioni, maturazione di ferie e permessi, aspettativa, Tfr, e non solo. Vediamo di seguito cosa prevede invece il contratto medici ospedalieri 2021 per periodo di prova.

  • Periodo di prova contratto medici ospedalieri c'è o no
  • Durata e stipendio periodo di prova contratto medici ospedalieri 2021

Periodo di prova contratto medici ospedalieri c'è o no

Il contratto medici ospedalieri 2021, come ogni altro contratto nazionale di lavoro, prevede un periodo di prova che decorre dalla data del primo giorno lavorativo e la cui durata varia a seconda del tipo di contratto, se è a tempo determinato o indeterminato.

Durata e stipendio periodo di prova contratto medici ospedalieri 2021

Come appena accennato, la durata del periodo di prova nel contratto medici ospedalieri 2021 varia a seconda della tipologia di contratto stipulata. Per medici assunti in prova con contratto di lavoro a tempo determinato, la durata del periodo di prova è di:

  • 2 settimane per assunzioni fino a 6 mesi;
  • 4 settimane per assunzioni oltre 6 mesi.

Il periodo di prova del dipendente a tempo determinato permette di recedere dal contratto, da entrambe le parti, previa motivazione scritta.

Il periodo di prova nel caso di assunzione a tempo indeterminato è, invece, di:

  • 2 mesi per i dipendenti inquadrati nella categoria A e B
  • 6 mesi per le restanti categorie.

In caso di malattia o aspettativa durante il periodo di prova per assunti a tempo indeterminato, la sua durata è sospesa per poi riprendere una volta tornato in servizio il medico ma se la sospensione del periodo di prova supera i 6 mesi il contratto può essere risolto.

Stando, infatti, a quanto previsto dalle regole in vigore, se l'assenza dal lavoro di un dipendente con contratto medici ospedalieri 2021 durante il periodo di prova supera un determinato limite, è possibile risolvere il contratto sia da parte del dipendente e sia da parte dell'azienda sanitaria e senza alcun obnligo di preavviso da entrambe le parti.

Sia nel caso di periodo di prova per assunti a tempo determinato e sia nel caso di periodo di prova per assunti a tempo indeterminato con contratto medici ospedalieri 2021, lo stipendio percepito dal dipendente deve essere pari, per legge, a quello percepito dai colleghi inquadrati nel suo stesso Livello professionale. 


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il