Polizza vita cosa succede in caso di morte del contraente

La ragione principale per cui le persone prendono in considerazione la possibilità di stipulare una polizza vita è per fornire sostegno alla propria famiglia in caso di decesso.

Polizza vita cosa succede in caso di mor

Morte del contraente, cosa succede alla polizza vita?

A seconda del contratto il beneficiario designato della potrebbe essere in grado di recuperare i benefici nonostante la polizza non sia mai stata emessa. Tuttavia la regola generale prevede che se il premio non è stato versato nella sua interezza spetta al beneficiario coprire economicamente la parte mancante. È quindi importante che le persone mantengano un familiare di fiducia informato sulle proprie coperture assicurative.

Capire come funziona la polizza vita è un passaggio importante per decidere quale tipo di assicurazione che appropriato alle proprie esigenze. È una parte cruciale della pianificazione finanziaria a lungo termine.

Può anche fornire vantaggi ai cari in caso di morte inaspettata, anche nel caso di morte a poca distanza dall'acquisto di una polizza. Già, cosa succede cosa succede in caso di morte del contraente? I beneficiari possono accedere al beneficio della polizza di assicurazione sulla vita in caso di morte del contraente?

La prima cosa da fare dopo il decesso è individuare il beneficiario del contratto di assicurazione. Le parti coinvolte sono infatti il contraente ovvero chi versa il premio, l'agenzia assicurativa, la persona assicurata e il beneficiario ovvero il destinatario della somma di denaro accumulata negli anni.

Naturalmente le figure di chi versa periodicamente il premio assicurativo e l'assicurato possono anche coincidere. Più di frequente l'intestatario della polizza designa un altro beneficiario nel caso di morte prima della scadenza dell'assicurazione. Affinché questa operazione sia valida occorre che il contraente rediga un documento da far sottoscrivere allo stesso beneficiario.

La polizza vita offre sicurezza finanziaria alla famiglia del contraente nel caso in cui succeda qualcosa al contraente. Una polizza di assicurazione a termine fornisce all'assicurato una copertura a tempo determinato. La somma assicurata è pagabile solo alla morte del contraente e non ci sono vantaggi di investimento o pagamenti in caso di sopravvivenza. Vediamo allora nel dettaglio:

  • Morte del contraente, cosa succede alla polizza vita
  • Cosa fare in caso di morte del contraente

Morte del contraente, cosa succede alla polizza vita

L'assicurazione sulla vita può fornire protezione finanziaria ai familiari e ai propri cari quando una persona muore. Tuttavia può capitare che il richiedente muoia inaspettatamente prima dell'emissione della polizza.

A seconda del contratto il destinatario designato della potrebbe essere in grado di recuperare i benefici nonostante la polizza non sia mai stata emessa. Tuttavia la regola generale prevede che se il premio non è stato versato nella sua interezza spetta al beneficiario coprire economicamente la parte mancante.

È quindi importante che le persone mantengano un familiare di fiducia informato sulle proprie coperture assicurative. Solo con il decesso del contraente della polizza, gli eredi diventano i titolari e possono chiederne il risarcimento oppure aspettare attendere che il contratto vada in scadenza.

Cosa fare in caso di morte del contraente

La ragione principale per cui le persone prendono in considerazione la possibilità di stipulare una polizza vita è per fornire sostegno alla propria famiglia in caso di decesso. Ma sono anche altre le ragioni alla base della sottoscrizione, come ad esempio il pagamento delle spese funerarie oppure delle rate per l'acquisto di una casa. Non ci sono limiti alle necessità e all'utilizzo.

Quando una persona assicurata muore, i beneficiari designati devono ottenere una copia autenticata del certificato di morte. Questo documento legale mostra il luogo, la data e l'ora del decesso.

Denominare anche la causa della morte. La persona che gestisce l'eredità della persona deceduta avrà bisogno di più copie certificate di questo documento per regolare conti bancari, chiudere linee di credito e presentare richieste di risarcimento.

Se è in vigore una polizza vita, i beneficiari indicati nel contratto dovrebbero ricevere l'intero importo della prestazione in caso di morte, indipendentemente da quanto tempo prima era stata accesa la polizza prima della morte della persona assicurata.

La polizza vita offre sicurezza finanziaria per i beneficiari e tranquillità per gli assicurati. Affinché il processo di reclamo proceda senza intoppi, occorre assicurarsi che tutti i documenti siano accuratamente compilati ed eventualmente chiedere aiuto alla stessa compagnia di assicurazioni quando necessario.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il