Prestiti a protestati e cattivi pagatori: quali le alternative?

I soggetti protestati e i cattivi pagatori rientrano in quelle categorie che incontrano maggiori difficoltà quando si trovano costretti ad avanzare la richiesta di un prestito. Ma ci sono alternative

Prestiti a protestati e cattivi pagatori: quali le alternative?

Cos’è un prestito a protestati e cattivi pagatori?

Si tratta un sostegno erogabile per protestati e cattivi pagatori. Si diventa protestati o cattivi pagatori quando si emette una cambiale e al momento dell’incasso il pagamento viene rifiutato al creditore che è autorizzato a procedere nei confronti del debitore.

Trovarsi nelle condizioni di dover richiedere prestiti in una situazione generale come quella attuale nella quale, purtroppo, le difficoltà economiche agitano i sogni, o sarebbe forse meglio dire gli incubi, di un numero sempre maggiore di persone, non provoca più quelle reazioni sdegnate di un tempo. Quando un prestito era considerato, a torto ma in un’epoca diversa da quella attuale, una sorta di vergogna da nascondere.

I soggetti protestati e i cattivi pagatori, proprio a causa di questa condizione, rientrano invece ancora in quelle categorie che incontrano maggiori difficoltà quando si trovano costretti ad avanzare questa richiesta. La condizione più frequente alla quale vengono sottoposti è la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Non si tratta però sempre della soluzione migliore. Quali sono allora le alternative? Attivarsi conviene perché non è nemmeno poi tanto facile ottenere la cessione del quinto per varie ragioni tra le quali anche la valutazione del reddito che può essere valutato insufficiente per le garanzie che offre in termini qualitativi e quantitativi.

Alternative per i prestiti a protestati

Vediamo allora quali possono essere le alternative per ottenere prestiti per i protestati e i cattivi pagatori.

Prestito delega

Il prestito delega, è un’opportunità che solo chi ha già impegnato un quinto dello stipendio e non ritiene sufficiente l’importo.

Prestito cambializzato

Il prestito cambializzato invece, come è facile capire anche solo leggendo il nome, ha come caratteristica principale quello che il prestito viene restituito attraverso le cambiali che sono non sono le uniche garanzie che un istituto di credito esigerà da coloro che decideranno di usufruire del prestito cambializzato. Questo perché le cambiali non possono soddisfare tutte le esigenze, in termini di sicurezza del ritorno del prestito, degli istituti di credito.

Prestito tra privati

Un’altra forma di prestiti per quelli che non hanno effettuato ancora la cessione del quinto dello stipendio o della pensione è quella del prestito tra privati. Questa soluzione sta conoscendo nell’ultimo periodo uno sviluppo forte con l’affacciarsi di tante novità. E si tratta di un’alternativa che, come è facile immaginare, viene scelto da quelli che non vogliono affrontare gli ostacoli previsti da un normale iter della richiesta avanzata ad istituti bancari. Ma ovviamente l’attenzione deve essere massima soprattutto sul comprendere bene le modalità del prestito che si pattuiscono con l’interlocutore, la sua serietà e le condizioni richieste per rientrare dal debito.

Prestito dal datore di lavoro

Il prestito dal datore di lavoro consente di risparmiare interessi rispetto al classico finanziamento bancario. Un’opzione che può essere scelta dai lavoratori all’interno di quell’azienda in cui sono previsti servizi finanziari in grado di erogare delle anticipazioni sugli stipendi successivi.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il