Preventivi lavori in assemblea condominiale quanti devono essere presentati e come deve avvenire approvazione

Approvazione a maggioranza in assemblea condominio per interventi in condominio: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Preventivi lavori in assemblea condomini

Come avviene l’approvazione di lavori in condominio in assemblea condominiale?

L’approvazione di lavori in condominio avviene in assemblea condominiale dopo aver valutato diversi preventivi e a maggioranza, che varia in base alla necessità di effettuare interventi ordinari, o straordinari, o di innovazione e solo nel caso di lavori urgenti in condominio, l’amministratore di condominio può deciderne l’approvazione da solo e in piena autonomia, indipendentemente dall’assemblea.
 

Come avviene l’approvazione di lavori in condominio in assemblea condominiale? Quando si vive in condominio bisogna rispettare le norme previste dal relativo regolamento di condominio che prevedono, tra le altre, regole per l’approvazione di eventuali lavori da effettuare in condominio.

I diversi interventi che possono rendersi necessari per la manutenzione del condominio non possono, infatti, essere decisi solo dall’amministratore di condominio, a meno che non si tratti di lavori urgenti, né da consiglieri o singoli condomini. 

  • Preventivi lavori in assemblea condominiale quanti devono essere presentati 
  • Come avviene approvazione preventivi lavori in assemblea condominiale 

Preventivi lavori in assemblea condominiale quanti devono essere presentati 

I lavori in condominio per poter essere avviati devono essere approvati obbligatoriamente dall’assemblea di condominio dopo la valutazione di una serie di preventivi. Per avere i preventivi relativi a specifici lavori da eseguire bisogna contattare diverse ditte tra quelle disponibili e operative in determinati lavori, richiedere costi per le diverse tipologie di lavori da fare, valutare i diversi preventivi in base a tipo di lavoro da fare e verificare che siano equi per i lavori da fare.

Una volta fatta la scelta del preventivo migliore, bisogna contattare la ditta prescelta fissare l’appuntamento per la firma di affidamento dei lavori. E’ bene sapere che non esiste un numero specifico e fissato per legge di preventivi da presentare all’assemblea di condominio per eventuali lavori da fare. Si possono presentare quanti preventivi necessari. 

Se, infatti, nel settore pubblico in alcuni casi esiste ancora la regola dei tre preventivi, non si tratta di una norma valida per lavori in condominio, per cui amministratore di condominio e assemblea possono valutare diversi preventivi quanti ne richiedono. 

Come avviene approvazione preventivi lavori in assemblea condominiale
 

L’approvazione in assemblea condominiale per preventivi di lavori da effettuare in condominio avviene secondo il rispetto di un determinato un quorum deliberativo, deve cioè essere presente un numero minimo di votanti a favore dell’esecuzione dei lavori. 

L’approvazione di lavori in condominio in assemblea condominiale avviene a maggioranza per gli interventi ordinari, cioè per i lavori di manutenzione e riparazione, ordinari o straordinari, se di lieve entità, come la tinteggiatura delle pareti per le scale o la manutenzione del giardino comune, ed è valida se approvata dalla maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenta almeno 1/3 del valore dell’edificio.

Per gli interventi straordinari, come lavori di ricostruzione di parti dell’edificio, opere e interventi volti a migliorare la sicurezza e la salubrità del fabbricato e dei propri impianti o per eliminare le barriere architettoniche, realizzazione di parcheggi, installazione di impianti centralizzati per la ricezione radiotelevisiva, la maggioranza da raggiungere in assemblea per l’approvazione dei lavori deve rappresentare almeno 1/2 dei millesimi del condominio.

Per l’approvazione di lavori di innovazione, cioè per la realizzazione di lavori volti a migliorare l’uso o il rendimento delle parti comuni, come allargare un portone di ingresso, la maggioranza da raggiungere in assemblea condominiale deve rappresentare almeno 2/3 dei millesimi del condominio.

Infine, per lavori in condominio volti a modificare la destinazione d’uso di parti comuni condominiali, la maggioranza richiesta in assemblea di condominio è di 4/5 degli intervenuti in assemblea che rappresentino almeno 4/5 dei millesimi del condominio.

Precisiamo, inoltre, che solo nel caso di lavori urgenti in condominio, l’amministratore di condominio può deciderne l’approvazione da solo e in piena autonomia, indipendentemente dall’assemblea e senza obbligo di interpellarla. 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il