Qual è il colore auto meno sporchevole più adatto da scegliere

A fare la differenza è quindi anche il luogo in cui si vive perché se a dominare sono polvere, fango e sporcizia è meglio scegliere un colore per auto che non richiede un lavaggio continuo.

Qual è il colore auto meno sporchevole p

Perché poi quando si sceglie un'auto da comprare se c'è un elemento da considerare con attenzione è quello del colore. Bianco, nero o blu? Oppure è preferibile una tinta accesa come il rosso o una tonalità pastello? Qual è il colore auto meno sporchevole e che non mostra facilmente i graffi?

La scelta tiene innanzitutto conto dei fattori estetici, ma on solo. Bianco, argento, grigio e altri colori chiari sono più facilmente gestibili mentre il nero , il rosso e alcune sfumature di vernice metallizzata sono i più difficili da mantenere puliti. Queste tonalità hanno bisogno di attenzioni ogni pochi giorni.

Non solo, ma anche i graffi più leggeri sono più evidenti. A fare la differenza è quindi anche il luogo in cui si vive perché se a dominare sono polvere, fango e sporcizia è meglio scegliere un colore per auto che non richiede un lavaggio continuo. Non solo è più economico, ma consente di risparmiare molto tempo prezioso. In caso contrario c'è più spazio per la fantasia.

La soluzione migliore è sceglierne uno adatto al proprio ambiente. Infine, quando si decide il colore della propria auto, occorre ricordare che quelli più diffusi sono più facili da rivendere. Le auto bianche, grigie e argentate possono avere valori più elevati perché invecchiano anche meglio, ma sono anche le più rubate. Ogni colore ha vantaggi e svantaggi ma vediamo adesso più nel dettaglio

  • Auto meno sporchevole, quale colore
  • Come scegliere il colore auto più adatto

Auto meno sporchevole, quale colore

È davvero il bianco il colore dell'auto che permette di nascondere meglio lo sporco? La risposta è sì, ma con alcune precisazione. Innanzitutto che la polvere accumulata e i graffi sulla carrozzeria sono gli stessi per tutti e in ballo c'è solo la capacità di camuffarli un po' meglio.

Detto questo il bianco è il più semplice dei colori di vernice in termini di cura e manutenzione, ma è anche quello con cui risalta con più evidenza la sporcizia della strada sollevata dalle gomme. In ogni caso è il colore dell'auto più popolare e rende visivamente le cose più grandi rispetto alla riduzione del colore del nero.

Altre due caratteristiche da segnalare sono la minore capacità di attrarre calore con benefici all'interno dell'abitacolo in termini di temperatura, e la combinazione con degli interni di colore generalmente scuro tra nero, grigio o marrone con il primo che è la scelta migliore per la facilità di manutenzione poiché le tonalità tendono a mostrare più sporco.

E il nero? È considerato tra i colori più affascinanti e irresistibili, a patto che la carrozzeria sia lucida e fiammeggiante. Altrimenti nessun colore come questo è in grado di mettere in mostra difetti, graffi e sporcizia. In aggiunta la vernice si scalda con maggiore facilità alla temperatura del sole e provoca anche un riscaldamento interno proporzionale.

Servono tempo e denaro per mantenere l'auto nera in condizioni ottimali. Insomma, le auto di colore nero o scuro sono amate, ma solo se sono pulite e lucenti. Altrimenti sono odiate per la facilità con cui si presenta immediatamente la polvere e sembra che siano sporche più di quanto non siano mai pulite.

Come scegliere il colore auto più adatto

La scelta del colore, più o meno sporchevole, deve quindi tenere conto del livello di soddisfazione cercata, ma anche del tempo a disposizione per la manutenzione e delle modalità di utilizzo.

Tra gli estremi nero e bianco ci sono tonalità di mezzo, come il blu che non è così difficile da gestire come il nero, ma un gradino più in basso. Il rosso è sinonimo di auto sportive e dal punto di vista della manutenzione richiede anch'esso cura per sbarazzarsi di polvere e residui vari.

Uno dei colori che molti automobilisti considerano la combinazione vincente di vantaggi e svantaggi è l'azzurro perché non è troppo chiaro o troppo scuro.

Facile dal punto di vista della cura e della manutenzione, attenzione all'accumulo di calore. Il grigio metallizzato è ritenuto un colore elegante e sofisticato per la vernice dell'auto e semplice da gestire, ma anche l'argento è considerato da molti la combinazione vincente.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie