Quale cilindrata conviene scegliere quando si compra un'auto. I pro e contro

Gli ingegneri continuano a trovare modi sempre più ingegnosi per estrarre più potenza utilizzando meno carburante con la cilindrata del motore che è un po' meno importante.

Quale cilindrata conviene scegliere quan

Conviene scegliere un'auto con cilindrata alta o bassa?

La crescita della cilindrata dell'auto va di pari passo con la potenza ovvero con prestazioni su strada. Tuttavia, i motori grandi sono anche in genere meno efficienti poiché utilizzano più carburante rispetto a quelli più piccoli. L'approccio moderno consiste nell'utilizzare motori di cilindrata più piccola ma trovare modi per aumentare la potenza, come attraverso la sovralimentazione.

C'è chi dice che più grande è la cilindrata dell'auto e meglio è. Ma è davvero così? Quali sono pro e contro dalla scelta di una o l'altra soluzione? Ci sono infatti numerosi aspetti di cui tenere conto quando si compra un nuovo veicolo, alcuni con incidenza immediata e altri nel tempo.

Quando si leggono termini come 1,0 o 1,5 litri centimetri cubi (cc) di cilindrata, il riferimento va alle dimensioni del motore dell'auto. La dimensione di un motore è determinata dalla quantità di spazio (volume) che c'è nei cilindri di un motore.

Qui è dove si accende la miscela di carburante e aria per produrre l'energia necessaria per far girare le ruote. In pratica il volume tra tutti i cilindri denota le dimensioni del motore.

Anche il numero di cilindri di un motore è un elemento estremamente variabile, in genere da 2 a 16. I numeri più alti sono solitamente associati alle supercar mentre quelli più piccoli alle piccole auto per la città. Vediamo quindi

  • Pro e contro varie cilindrate auto
  • Conviene scegliere un'auto con cilindrata alta o bassa

Pro e contro varie cilindrate auto

Poiché non esiste un veicolo che soddisfi le esigenze di tutti gli automobilisti, i produttori creano motori con caratteristiche diverse. La crescita della cilindrata dell'auto va di pari passo con la potenza ovvero con prestazioni su strada.

Tuttavia, i motori grandi sono in genere meno efficienti poiché utilizzano più carburante rispetto a quelli più piccoli. L'approccio moderno consiste nell'utilizzare motori di cilindrata più piccola ma trovare modi per aumentare la potenza, come attraverso la sovralimentazione.

Nella maggior parte dei casi, i motori turbocompressi più piccoli possono produrre più potenza rispetto ai motori non turbo più grandi che hanno sostituito. I motori turbocompressi più piccoli sono ancora più efficienti nei consumi mentre producono più potenza e coppia.

La cilindrata del motore è da sempre considerato l'indicatore delle prestazioni di un'auto, ma le tecnologie attuali consentono una maggiore efficienza del carburante restituendo valori di potenza e coppia migliori.

Lo svantaggio è la perdita delle caratteristiche peculiari dei motori aspirati più grandi che li rendono divertenti da guidare. Il parametro principale da cui dipende la potenza dell'auto è il volume del motore.

Ad esempio, se sotto il cofano è installata un 1,5 litri e 120 CV, un motore analogo con un volume maggiore fino a 2 litri sarà naturalmente più potente.

Ma senza dimenticare che sono anche altri i fattori che influiscono sulla potenza. Le caratteristiche del motore possono cambiare in modo significativo in presenza di una turbina o di una fasatura variabile del sistema.

Conviene scegliere un'auto con cilindrata alta o bassa

Quando si sceglie una nuova auto, l'acquirente è guidato da diversi parametri. Uno di questi è il volume del motore e molti credono erroneamente che questo sia l'unico fattore che determina la potenza di un'auto.

Dal punto di vista tecnico, la miscela di aria e carburante entra nella camera di combustione attraverso la valvola di aspirazione. La scintilla della candela accende il carburante. Di conseguenza, si forma una piccola esplosione che spinge il pistone verso il basso, provocando così la rotazione. Nei veicoli ad aspirazione naturale, la cilindrata è un fattore chiave nel determinare la potenza di un propulsore.

Le auto moderne sono dotate di compressori e sistemi aggiuntivi per migliorare l'efficienza del motore. la potenza aumenta non dalla quantità della miscela di carburante in entrata, ma dall'aumento della produttività del processo di combustione e dall'uso di tutta l'energia rilasciata.

Questo è il motivo per cui un motore turbocompresso di piccola cilindrata non significa necessariamente che sia sottodimensionato.

In definitiva gli ingegneri continuano a trovare modi sempre più ingegnosi per estrarre più potenza utilizzando meno carburante con la cilindrata del motore che è forse un po' meno importante di una volta. Si tratta di un aspetto di cui tenere conto anche in ottica di rivendita dell'auto a distanza di alcuni anni dall'acquisto.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il