Quali documenti sono validi per dimostrare il proprio domicilio secondo leggi 2021

Quali documenti sono validi per dimostrare il proprio domicilio secondo leggi 2021

Quali documenti sono validi per dimostra

Quali sono i documenti validi per dimostrare il proprio domicilio?

Stando a quanto previsto dalle leggi 2021 non ci sono veri e propri documenti che un soggetto può avere per dimostrare il suo domicilio. I Comuni, infatti, non forniscono alcun documento che attesta un domicilio diverso dalla residenza. L’unico documento valido per attestare il proprio domicilio è un modulo che autocertifica il cambio di domicilio, perché non c’è alcun obbligo di una comunicazione ufficiale per dichiarare il nuovo indirizzo di domicilio.

Il domicilio è, per definizione, il luogo dove un soggetto fissa il centro dei suoi interessi e dei suoi affari e che non per forza deve coincidere con la residenza, luogo dove invece si trova la dimora abituale di un soggetto e che deve essere denunciata nel Comune dove essa si trova. 

E’, infatti, la residenza che viene poi riportata sui documenti delle persone e che può essere attestata tramite relativo certificato di residenza rilasciato dal proprio Comune o autocertificazione della stessa. Ma quali sono i documenti validi per dimostrare il proprio domicilio?

  • Documenti validi per dimostrare proprio domicilio
  • Domicilio valido autocertificazione per diverse tipologie

Documenti validi per dimostrare proprio domicilio

Stando a quanto previsto dalle leggi 2021 non ci sono veri e propri documenti che un soggetto può avere per dimostrare il suo domicilio. I Comuni, infatti, non forniscono alcun documento che attesta un domicilio diverso dalla residenza.

L’unico documento valido per attestare il proprio domicilio è un modulo che autocertifica il cambio di domicilio, perché le leggi 2021 non legge non prevede alcun obbligo di una comunicazione ufficiale per dichiarare il nuovo indirizzo di domicilio. 

L’autocertificazione di domicilio, diverso dalla residenza, è un documento che si può semplicemente scaricare online per permette ad ogni cittadino di attestare il suo nuovo domicilio che rispetto alla residenza può cambiare per diversi motivi. Il modulo di autocertificazione di domicilio si deve compilare con i propri dati anagrafici, indirizzo di residenza, indirizzo completo del nuovo domicilio, indirizzo e-mail valido, numero di telefono del dichiarante, e firma autografa. 

Domicilio valido autocertificazione per diverse tipologie

Il modulo di autocertificazione del domicilio può essere compilato per tutte le tipologie di domicilio. Sono, infatti, diverse le tipologie di domicilio che ci sono e sono, in particolare, quelle di:

  • domicilio generale, che è il domicilio dove una persona ha il centro dei propri affari e dei propri interessi;
  • domicilio volontario, che è il domicilio che ci si sceglie in maniera volontaria a prescindere da interessi di tipo lavorativo;
  • domicilio legale, che è il domicilio connesso ad un minorenne o ad una persona interdetta e che è quello del genitore o del tutore legale;
  • domicilio temporaneo, che è il domicilio che si fissa per un periodo di tempo limitato per motivi lavorativi o di studio;
  • domicilio speciale, che è il domicilio che una persona sceglie per determinati affari, per esempio se si è impegnati in una causa e si fissa il domicilio dall’avvocato che sta gestendo il processo, in modo che tutti i documenti relativi al processo arrivino direttamente all’avvocato.
     

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il