Quali parolacce e insulti si possono dire senza rischiare nulla secondo leggi 2021

Parolacce che si possono dire e che non sono più né illecito amministrativo né reato penale: quali sono e cosa prevedono leggi in vigore

Quali parolacce e insulti si possono dir

Quali parolacce e insulti si possono dire senza rischiare nulla?

Secondo quanto previsto dalle leggi 2021, ci sono parolacce e insulti che pur risultando offensivi e particolarmente denigranti non implicano alcun rischio per chi le dice. Si può, per esempio, dire vaffanculo, rompipalle, coglione, stronzo, mi ha rotto le palle/coglioni, sei un negro di merda, cretino, stupido, idiota, ignorante. Se si dovessero usare le parole appena riportate non si rischierebbe più nulla, come stabilito dalle leggi attuali, perchè si tratta di offese non più considerate né illecito amministrativo né reato penale.
 

Offendere qualcuno, dire parolacce o appellarlo usando determinati termini fortemente denigranti può arrivare a costituire reato quando le offese e gli insulti sono considerati pesanti. E si tratta di offese e insulti che, quando considerati reati, implicano sanzioni per chi le pronunce. Ma quali sono parolacce e insulti che si possono dire senza rischiare nulla?

  • Parolacce e insulti si possono dire senza rischiare nulla
  • Quando dire parolacce è reato secondo leggi 2021

Parolacce e insulti si possono dire senza rischiare nulla

Secondo quanto previsto dalle leggi 2021, ci sono parolacce e insulti che pur risultando offensivi e particolarmente denigranti non implicano alcun rischio per chi le dice. Si può, per esempio, dire vaffanculo, rompipalle, coglione, str...., mi ha rotto le palle/coglioni, sei un negro di me..., cretino, stupido, idiota, ignorante.

Se si dovessero usare le parole appena riportate non si rischierebbe più nulla, come stabilito dalle leggi attuali, perchè si tratta di offese non più considerate né illecito amministrativo né reato penale.

Precisiamo, però, che pronunciare parolacce in un luogo pubblico, pur se reato depenalizzato, resta comunque un illecito amministrativo che prevede una sanzione compresa tra 5mila e 10mila euro. 

Quando dire parolacce è reato secondo leggi 2021

Dunque, dire alcune parolacce non è reato e non implica alcun rischio né sanzione quando si tratta di ingiurie o offese ‘lievi’, ma invece diventa reato dire parolacce quando sono esplicitamente tese ad offendere un soggetto e soprattutto in sua assenza e in pubblico. In questo caso, infatti, dire parolacce rappresenta diffamazione e infatti si ricade nel reato di diffamazione che è considerato attualmente un illecito penale.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il