Quali sono i beni comuni in caso di divorzio secondo le leggi 2021 in vigore

Quali sono i beni comuni in caso di divorzio secondo le leggi 2021 in vigore

Quali sono i beni comuni in caso di divo

Quali sono i beni comuni in caso di divorzio?

Stando a quanto previsto dalle leggi 2021 in vigore, sono considerati tra i beni comuni in caso di divorzio tutti gli acquisti fatti dai coniugi insieme o separatamente dal momento del matrimonio in poi, aziende e attività avviate dopo il matrimonio e gestite da entrambi i coniugi.
 

Quando una coppia decide di convolare a nozze, insieme al coronamento di un sogno d’amore, stringe anche un ‘patto’ da un punto di vista legale. Sono diversi, infatti, obblighi e doveri di marito e moglie anche da un punto di vista di leggi da rispettare una volta uniti nel sacro vincolo del matrimonio. 

Due persone che si sposano decidono di condividere tutto e da un punto di vista giuridico la condivisione può riguardare anche i beni di proprietà. Quando ci si sposa è, infatti, possibile scegliere tra separazione e comunione dei beni e in base alla scelta che si compie sono diversi gli effetti se si dovesse arrivare al divorzio. Vediamo allora quali sono i beni comuni in caso di divorzio.

Beni comuni in caso di divorzio cosa prevedono le leggi in vigore

I beni comuni tra i coniugi in caso di divorzio sono quelli che, secondo le leggi 2021 in vigore, entrano nella cosiddetta comunione dei beni. Quando marito e moglie decidono di divorziare, se hanno optato per la separazione dei beni, ognuno dei due coniugi resta in possesso dei propri beni e del proprio patrimonio e se si tratta di acquisti fatti insieme durante il matrimonio si divide tutto in parti uguali, ma se hanno optato per il regime di comunione dei beni, allora bisogna procedere alla loro equa divisione.

I beni comuni tra marito e moglie in caso di divorzio sono tutti quelli entrati in possesso di marito e moglie solo dal momento del matrimonio in poi. Tutto quello che prima delle nozze era di singola proprietà di marito e moglie tale rimane anche dopo il divorzio pur se in comunione dei beni, mentre tutti i beni e il patrimonio costruito dopo aver contratto matrimonio sono in comunione e devono essere divisi.

I beni comuni in caso di divorzio sono i seguenti:

  • acquisti fatti dai due coniugi insieme o separatamente durante il matrimonio;
  • proventi dell'attività separata di ognuno dei due coniugi se non sono stati usati allo scioglimento della comunione;
  • aziende e attività avviate dopo il matrimonio e gestite da entrambi i coniugi e se le aziende appartengono ad uno dei coniugi già prima del matrimonio ma successivamente ad esso vengono gestite da entrambi i coniugi, la comunione dei beni interessa solo utili ed eventuali incrementi.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il