Quali sono i criteri ESG fondamentali che principalmente vengono considerati

Inizialmente sono state le agenzie di rating specializzate in sostenibilità a prestare attenzione a questi concetti, focalizzandosi su alcuni di essi.

Quali sono i criteri ESG fondamentali ch

ESG, quali sono i criteri fondamentali?

I criteri ESG tengono conto degli investimenti sostenibili ovvero di aspetti diversi da quelli puramente finanziari nelle decisioni di investimento, in particolare fattori ambientali, sociali e di governo societario.

C'è un nuovo parametro di valutazione aziendale che sta progressivamente trovando sempre più spazio anche in Italia. Si tratta dei criteri ESG che tengono in considerazione metriche legati all'ambiente, alla società e alla governance.

Si tratta di parametri aderenti alla contemporaneità e che hanno un peso sempre maggiore. ESG viene spesso confuso con la sostenibilità e, sebbene sia un concetto complementare, i due non sono completamente intercambiabili. Aderire a un framework ESG significa rendere la propria attività a prova di futuro, e coloro che hanno reso questo una priorità sono anche quelli che hanno avuto più strumenti per affrontare i vari impatti della pandemia. Esaminiamo allora con maggiore attenzione alcuni aspetti ed esattamente:

  • ESG, quali sono i criteri fondamentali
  • Informazioni rilevanti in ottica ESG

ESG, quali sono i criteri fondamentali

I criteri ESG, che coprono aspetti legati all'ambiente, alla società e alla corporate governance, sono fondamentali quando si tratta di effettuare investimenti più responsabili nei confronti del pianeta. Si tratta di un approccio strategico e di analisi molto utilizzato da investitori istituzionali e analisti per valutare le performance di sostenibilità. Investire in modo sostenibile significa tenere conto di aspetti diversi da quelli puramente finanziari nelle decisioni di investimento, in particolare fattori ambientali, sociali e di governo societario.

ESG sta per Environmental, Social e Governance, ma cosa significano esattamente ciascuna di queste lettere? La E per ambiente comprende l'effetto che le attività delle aziende hanno sull'ambiente, direttamente o indirettamente. La S per sociale include l'impatto che una determinata azienda ha sul suo ambiente sociale nella comunità.

La G per la governance allude alla corporate governance dell'azienda, ad esempio, la composizione e la diversità del suo consiglio di amministrazione, le politiche di trasparenza per la sua informazione pubblica, o i suoi codici di condotta. Le aziende stanno incorporando sempre più queste tre lettere nel loro linguaggio poiché il peso che questi criteri hanno nella scelta di un investimento è fondamentale.

Ecco allora che viene chiesto quali sono i settori più sensibili ai cambiamenti climatici nel portafoglio e in che modo le aziende stanno aiutando i clienti nella loro transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio. Altri argomenti che suscitano interesse sono la diversità e il divario salariale, la sicurezza informatica, la protezione dei dati dei clienti, l'etica aziendale e le iniziative di inclusione finanziaria nei paesi in via di sviluppo. In sostanza, temi che le agenzie di rating ESG prendono in considerazione

Informazioni rilevanti in ottica ESG

L'opinione più diffusa sull'importanza dei criteri ESG è che le aziende hanno maggiori probabilità di avere successo e generare un'eccellente redditività se creano valore per tutti i loro stakeholder. Inizialmente sono state le agenzie di rating specializzate in sostenibilità a prestare attenzione a questi concetti, focalizzandosi più o meno su alcuni di essi a seconda del settore dell'azienda analizzata.

I team di sostenibilità avevano il compito di fornire informazioni alle agenzie, che a loro volta condividevano le loro valutazioni con i loro clienti. Gli investitori istituzionali hanno storicamente considerato gli aspetti legati alla corporate governance rilevanti per investire. Negli ultimi anni, il loro interesse per il clima e le questioni sociali è andato progressivamente aumentando.

Alcune delle più grandi società di gestione del risparmio - soprattutto quelle con fondi a gestione passiva e anche alcuni fondi a gestione attiva, hanno creato team specializzati, sviluppando metodologie interne per assegnare i propri rating di sostenibilità. Gli investitori hanno sottolineato l'importanza di disporre di dati uniformi sulla sostenibilità tra le banche per poter confrontare e valutare le società in cui stanno investendo.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il