Quali sono i terreni silenti, come si possono ottenere e a quale prezzo vantaggioso o gratis

Quali sono i casi in cui i terreni si definiscono silenti e regole in vigore: cosa prevedono e chiarimenti

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Quali sono i terreni silenti, come si po

Quali sono i terreni silenti?

Le leggi attuali 2022-2023 definiscono terreni silenti i terreni incolti o abbandonati di cui non è noto il proprietario, intesi come terreni incolti i terreni agricoli che non sono destinati a uso produttivo da almeno tre anni, o i terreni già destinati a colture agrarie e a pascolo in cui si sono insediate formazioni arbustive.

Quali sono i terreni silenti, come si possono ottenere e quale prezzo (o gratis) per leggi 2022-2023? Sono diverse le tipologie di terreni esistenti, ognuno dei quali prevede usi differenti ma su cui si può anche operare cambio di destinazione d’uso per adattare il terreno all’utilizzo che se ne vuole fare, leggi permettendo.

Tra terreni agricoli, terreni boschivi, terreni edificabili e non, ci sono anche i terreni silenti. Vediamo quali sono e cosa si può fare.

  • Terreni silenti quali sono
  • Come ottenere terreni silenti e prezzi

Terreni silenti quali sono

Le leggi attuali 2022-2023 definiscono terreni silenti i terreni incolti o abbandonati di cui non è noto il proprietario, intesi come terreni incolti i terreni agricoli che non sono destinati a uso produttivo da almeno tre anni, o i terreni già destinati a colture agrarie e a pascolo in cui si sono insediate formazioni arbustive.

Dei terreni silenti si può chiedere l'affidamento, fermo restando la proprietà degli aventi diritto che possono sempre presentarsi e rivendicarne uso e possesso. 

Come ottenere terreni silenti e prezzi

La procedura per ottenere i terreni silenti è gestita dai Comuni dove essi si trovano. In particolare, secondo quanto previsto dalle leggi 2022-2023, l’Unione dei Comuni o il Comune non aderente ad alcuna Unione possono assegnare per la coltivazione le terre incolte o abbandonate, anche appartenenti ad enti pubblici e morali compresi i terreni demaniali, a chi ne presenta richiesta ma a condizione che si impegni a coltivare il terreno, sia in forma singola che associata.

Possono presentare domanda per ottenere un terreno silente e di contestuale coltivazione solo le seguenti categorie di persone:

  • imprenditori agricoli singoli o associati,
  • Associazioni Fondiarie che operano per la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. 

Il procedimento di assegnazione del terreno silente si attiva solo nel momento in cui qualsiasi soggetto titolato presenta richiesta per avere il terreno e la domanda deve riportare il PSA, Piano di Sviluppo Aziendale, di durata di almeno 5 anni.

Il Psa deve riportare le seguenti informazioni:

  • estremi catastali delle particelle (Comune, foglio di mappa, numero particella, superficie, qualità e classe) che si vogliono coltivare e superficie agricola utilizzabile (SAU);
  • piano di coltivazione dettagliato per particella, o gruppi di particelle affini, con indicazione delle colture che si intendono effettuare per ciascun anno del piano;
  • impegno da parte del richiedente di coltivare i terreni secondo quanto stabilito dal Psa. 

Generalmente, per ottenere terreni silenti non sono previsti costi, se non quelli relativi alle pratiche burocratiche, e si può anche diventare proprietari di terreni silenti abbandonati per usucapione, sistema che permette ad un soggetto di occupare e prendersi cura di un terreno per un determinato periodo di tempo e a determinate condizioni. Il terreno silente si può ottenere gratis anche con il comodato d’uso.