Quali sono le auto d'epoca da comprare per investimento e fascino nel 2022

Investire in un'auto d'epoca è una scelta a cui prestare attenzione, ma i benefici che se ne ricavano possono essere numerosi.

Quali sono le auto d'epoca da comprare p

Auto d'epoca, quali sono quelle da comprare?

Sono interessanti diverse opzioni di auto d'epoca, come MG A Roadster, Jaguar XJ-S, Alfa Romeo Giulia GT Junior o Triumph TR4.

Investire in un'auto d'epoca nel 2022 richiede la conoscenza del mercato, del sistema delle aste, ma anche dei criteri di valore dell'auto. Infatti, contrariamente alla credenza popolare, il principale criterio di valore di un veicolo non è la sua età e anzianità, ma la sua rarità. Più un modello è raro, maggiore sarà il suo valore: gli investitori prediligono quindi i veicoli con il minor numero di unità prodotte.

Si stima che il mercato delle auto da collezione sia cresciuto del 415% in dieci anni. Eppure, l'effetto scarsità è minato da una produzione in costante aumento di auto prestigiose nel mondo.

Come ogni investimento di successo che si rispetti, l'obiettivo sarà quello di acquistare a un prezzo equo per realizzare una significativa plusvalenza sulla rivendita. Approfondiamo allora la materia e più precisamente vediamo in questo articolo:

  • Auto d'epoca, quali sono quelle da comprare

  • Investimento e fascino per le auto d'epoca 2022

Auto d'epoca, quali sono quelle da comprare

Per gli investitori che cercano un rendimento ottimale, la scelta di un'auto youngtimer, che sia più conveniente e quindi potenzialmente più redditizia, è ovvia.

In generale, i prezzi di mercato salgono rapidamente, con un rischio di perdita molto basso, ma anche un rischio molto attuale di trovarsi di fronte a una plusvalenza poco attraente. Per questo bisogna tenere a mente che investire in auto d'epoca è soprattutto una passione.

Gli appassionati di auto d'epoca non sono direttamente interessati alle station wagon, ai suv o alle berline. Prodotte in grande serie, hanno in genere un numero significativo di chilometri alle spalle. Al contrario, le cabriolet e le coupé con cui i proprietari hanno guidato solo nei fine settimana o con il bel tempo hanno meno chilometri. Nella categoria sono interessanti diverse opzioni: MG A Roadster, Jaguar XJ-S, Alfa Romeo Giulia GT Junior o Triumph TR4.

La MG A Roadster si caratterizza in particolare per la posizione di guida molto vicina al suolo. Triumph TR4 è un'auto da collezione inglese dal design spigoloso italiano.

In un genere leggermente diverso, è possibile evocare l'Alfa Romeo Giulia GT Junior che non è una decappottabile. Versatile e potente, puoi ottenerlo per la stessa fascia di prezzo della Triumph TR4. Lo stile milanese di questa prestigiosa coupé sportiva ha molto fascino e successo.

Investire in un'auto d'epoca è comunque una scelta a cui prestare attenzione. Innanzitutto, è necessario un capitale da investire e il prezzo di acquisto è spesso elevato. Quindi, la manutenzione può costare piuttosto cara con un prezzo elevato dei pezzi di ricambio.

Importante anche la questione del rimessaggio dei veicoli perché ci sarà bisogno di un garage riparato e custodito. Infine, il costo dell'assicurazione può essere elevato, a seconda del valore dell'auto.

Investimento e fascino per le auto d'epoca 2022

Tralasciando l'aspetto affettivo e passionale di una collezione di auto d'epoca, gli argomenti principali per un investimento di questo ordine sono la costituzione di un patrimonio trasferibile, e la realizzazione di un guadagno economico sulla rivendita. Per concludere con una nota meno positiva, è importante ricordare che investire in un vecchio veicolo richiede tempo, i soldi e spazio. È più che consigliato pensarci due volte prima di intraprendere questo campo se si sta solo cercando di realizzare un profitto.

Il principale criterio di valore per un'auto d'epoca non è quindi la sua età in quanto tale, ma piuttosto la sua rarità. I modelli più rari sono i più attraenti. Interessante quindi cercare veicoli prodotti in pochi esemplari o in tirature limitate. Ad esempio, la Bugatti Royale, prodotta in soli 6 esemplari, oggi costa circa 40 milioni di euro. L'altro fattore determinante nel valore di un'auto d'epoca è ovviamente la sua condizione. Se è conservato male, il prezzo scenderà.

Ad esempio, una Bugatti Type 57S Cabriolet del 1937 è stata venduta per 7,7 milioni di dollari nel 2017 quando era stata venduta per 1,1 milioni di dollari nel 1991. La plusvalenza è ampiamente spiegata dalla sua ottima conservazione.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il