Quali sono le garanzie richieste da una banca per un finanziamento personale nel 2021

Nel caso in cui richiedente possa contare su un rapporto di lavoro a tempo determinato ha più garanzie da esibire all'istituto di credito in termini di solvibilità del prestito.

Quali sono le garanzie richieste da una

Finanziamento personale dalla banca, quali sono le garanzie richieste?

Le garanzie di base per l'ottenimento di un finanziamento personale sono il reddito che certifichi la capacità del di rimborsare il denaro e una buona storia creditizia a testimonianza dell'assenza di precedenti di insolvenza. Ma poi ci sono anche garanzie più specifiche.

Chiedere e ottenere un prestito non è affatto un'operazione dall'esito scontato. Sono numerose le variabili che la banca a cui ci si rivolge tiene in considerazione prima di decidere se accettare o rifiutare la richiesta.

A contare è certamente l'importo perché un conto è chiedere il finanziamento di 100.000 euro, un altro è evidentemente quello di 10.000 euro. Allo stesso tempo ha un peso anche la ragione alla base del prestito perché può essere per generici motivi personali oppure per ristrutturare una casa di proprietà, anche se non è obbligatorio dichiarare la finalità d'uso.

Senza dimenticare che la posizione lavorativa e reddituale gioca sempre un ruolo fondamentale se non decisivo. Nel caso in cui richiedente possa contare su un rapporto di lavoro a tempo determinato ha più garanzie da esibire all'istituto di credito in termini di solvibilità del prestito. Qui entra qui in gioco il tema delle garanzie richieste. Cerchiamo di saperne di più:

  • Finanziamento personale dalla banca, quali sono le garanzie richieste
  • Il caso del finanziamento personale per un'attività professionale

Finanziamento personale dalla banca, quali sono le garanzie richieste

Caratteristica del finanziamento personale è la restituzione di tutta la somma in rate mensili dal valore variabile, ma maggiorate dei tassi di interesse. La banca vuole però garanzie in cambio del prestito di denaro, senza la quale può rigettare la richiesta.

Quelle di base sono il reddito che certifichi la capacità del di rimborsare il denaro e una sana storia creditizia a testimonianza dell'assenza di precedenti di insolvenza. Ma poi ci sono anche garanzie più specifiche. In prima battuta, la banca può richiedere anche una fideiussione ovvero l'indicazione di una terza persona che si faccia carico di pagare le rate del finanziamento nel caso in cui il richiedente non possa farlo.

Nella maggior parte dei casi a ricoprire la figura di garante è un parente ovvero una persona molto vicina. Il passo in più per gli istituti alla ricerca di maggiori tutele è la richiesta di stipulare una polizza assicurativa, ma viene quasi sempre proposta nel caso in cui siano in ballo cifre piuttosto elevate o se il richiedente del finanziamento è in età avanzata e dunque a rischio decesso.

Anche se meno utilizzati, i prestiti cambializzati con il rimborso delle rate attraverso il pagamento di cambiali è un'altra forma di garanzia che le banche possono richiedere.

Il caso del finanziamento personale per un'attività professionale

Ottenere un prestito o una linea di credito può essere un ottimo modo per far crescere la propria attività. Ma questi strumenti di finanziamento presentano spesso requisiti che possono mettere un imprenditore in una situazione difficile.

Il più importante è la garanzia personale su cui la maggior parte delle banche insiste quando concede prestiti alle imprese. Una garanzia personale è un accordo che obbliga il mutuatario a rimborsare personalmente il prestito aziendale se l'impresa non potrà farlo.

Quasi tutti i finanziatori di prestiti aziendali richiedono garanzie personali, quindi la maggior parte degli imprenditori che stipulano un prestito dovrà firmare l'accordo e molto probabilmente non è consapevoli che potrebbe non essere sempre necessario ovvero ci sono altre strade da percorrere.

Le modalità di strutturazione delle garanzie personali sui prestiti aziendali differiscono da prestito a prestito. In alcuni casi la garanzia personale copre solo una parte della somma richiesta. In altri casi, si applica all'intero prestito, nonché a eventuali interessi e commissioni. I mutuatari dovrebbero pensarci due volte prima di firmare una garanzia personale su un prestito aziendale.

Questi accordi possono creare grossi problemi per gli imprenditori poiché una cattiva gestione o una flessione del mercato possono finire per costare un enorme prezzo personale. Se le garanzie personali sono così oppressive, perché i mutuatari accettano di firmarle? La risposta è semplice: spesso è l'unico modo per gli imprenditori di ottenere i finanziamenti di cui hanno bisogno.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il