Quali spese non sono inserite nel 730 2021 dipendenti e si devono aggiungere manualmente

Quali spese aggiungere al modello 730 2021 per dipendenti tra quelle che danno diritto a detrazioni: regole e chiarimenti

Quali spese non sono inserite nel 730 20

Quali spese non sono inserite nel 730 2021 dipendenti e si devono aggiungere manualmente?

Non tutte le spese sostenute dai contribuenti lavoratori dipendenti vengono direttamente inserite nel modello 730 2021 per la dichiarazione dei redditi e relativamente ad alcune voci potrebbero mancare informazioni precise, per cui è necessario aggiungere ulteriori spese tra quelle che danno diritto al bonus 110%, sismabonus, acquisto e installazione di strutture di ricarica dei veicoli alimentati da energia elettrica, spese per l’affitto degli studenti fuori sede, ecc.
 

Il modello 730 2021 precompilato viene compilato direttamente dall’Agenzia delle Entrate con tutti i dati a sua disposizione relative ai diversi contribuenti e i dati in possesso di Inps, banche, assicurazioni, anagrafe tributaria, documenti telematici attestanti spese sostenute che danno diritto a detrazioni e che nel momento stesso in cui vengono effettuate, vengono comunicate direttamente alle Entrate, come le spese mediche e sanitarie.

Vi sono, però, anche spese che non vengono direttamente inserite nel modello 730 2021. Vediamo quali sono le spese che i dipendenti devono aggiungere manualmente nel 730 2021.

  • Spese che si possono inserire nel 730 2021 per detrazioni
  • Spese non sono inserite nel 730 2021 dipendenti e da aggiungere manualmente

Spese che si possono inserire nel 730 2021 per detrazioni

Lunga la lista delle spese che si possono inserire nel 730 2021 per la dichiarazione dei redditi che danno diritto a detrazioni. 

La lista comprende:

  • spese sanitarie mediche;
  • interessi per mutui ipotecari per acquisto immobili;
  • spese per intermediazione immobiliare;
  • spese per istruzione e attività sportive dei figli;
  • spese funebri;
  • spese veterinarie;
  • spese per l’assistenza personale;
  • spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede;
  • erogazioni liberali (solo quelle che danno diritto alla detrazione del 19%);
  • spese relative a beni soggetti a regime vincolistico;
  • premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni;
  • spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale;
  • spese per lavori che danno diritto ai bonus vigenti, come bonus ristrutturazioni, bonus mobili, bonus verde, superbonus al 110%, bonus facciate degli edifici, bonus vacanze in Italia, bonus per bici, monopattini e altri servizi di mobilità elettrica, ecc.

Ogni pagamento, per permettere di usufruire di detrazioni, deve essere eseguito con sistema tracciabile, vale a dire con carta di credito, bancomat, carta di debito, assegno e se la fattura della spesa sostenuta è detraibile e intestata ad un soggetto ma è stata pagata con la carta di credito della propria moglie o del figlio può essere comunque portata in detrazione nella propria dichiarazione dei redditi.

Precisiamo che le spese mediche per l’acquisto di farmaci vari o che si sostengono per altre prestazioni sanitarie si possono ottenere le relative detrazioni anche se i pagamenti avvengono in contanti a condizione, però, di conservare i documenti che attestano la spesa sostenuta, come scontrini, fatture, ricevute di pagamento, ecc.

Insieme a ricevute di pagamento, scontrini e fatture, gli altri documenti che servono per poter fare il 730 2021 per la dichiarazione dei redditi sono:

  • CU, Certificazione Unica rilasciata da datore di lavoro o ente pensionistico;
  • altri documenti che attestino le spese sostenute per cui è prevista detrazione Irpef al 19%;
  • altri documenti necessari per deducibilità e detraibilità delle spese;
  • ricevuta di effettuati per pagamenti di opere di ristrutturazione, quietanze di pagamento degli oneri di urbanizzazione, attestati di versamento delle ritenute sui compensi dei professionisti, quietanza rilasciata dal condominio;
  • attestati di versamento di acconti d’imposta del contribuente;
  • ultima dichiarazione presentata, se con eccedenza d’imposta.

Tutti i documenti appena riportati per fare la dichiarazione dei redditi devono essere conservati fino al 31 dicembre del quarto anno successivo alla presentazione nel caso di eventuali accertamenti. 

Spese non sono inserite nel 730 2021 dipendenti e da aggiungere manualmente

Non tutte le spese che vengono sostenute dai lavoratori dipendenti contribuenti, pur se con strumenti tracciabili, vengono inserite del tutto direttamente nel 730 2021 per cui devono essere aggiunte manualmente. Tra le spese da inserire manualmente nel 730 2021 vi sono quest'anno innanzitutto quelle legate al super bonus ristrutturazioni al 110% che devono essere inserite nel Quadro E e per cui vale la detrazione del 110%.

Durante l’inserimento manuale dei dati è bene fare attenzione sempre e in questo caso al fatto che è necessario differenziare i dati da indicare nel quadro a seconda del periodo in cui le spese sono state sostenute e i requisiti soddisfatti dagli interventi posti in essere visto che questi elementi determinano la misura della detrazione fiscale che è ordinaria per le spese sostenute fino alla data del 30 giugno 2020 o maggiorata, pari al 110%, per le spese sostenute dal primo luglio al 31 dicembre 2020.

Attenzione anche ai casi in cui il contribuente abbia optato, in tutto o in parte, per la fruizione indiretta del beneficio. Se,  infatti, al posto della detrazione fiscale del 110% il contribuente sceglie di avere uno sconto in fattura o vuole cedere il credito d’imposta per l’importo corrispondente alla detrazione, nel 730 2021 non bisogna indicare le spese sostenute nel 2020, perché hanno già permesso di ottenere lo sconto relative alle detrazioni spettanti per gli interventi di ristrutturazione edilizia, recupero o restauro della facciata degli edifici, riduzione del rischio sismico, o installazione di impianti fotovoltaici.

Altra spesa da aggiungere manualmente nel modello 730 2021 è quella relativa all'eventuale sismabonus, spese da inserire nella colonna 2, dove indicare la tipologia intervento con un codice da 5 a 11 e se si tratta di spese sostenute dal primo luglio 2020 bisogna barrare anche la nuova casella nella colonna 6- Maggiorazione Sisma.

Ulteriori spese da aggiungere manualmente nel 730 2021 sono, tra le altre, quelle relative a:

  • acquisto e installazione di strutture di ricarica dei veicoli alimentati da energia elettrica effettuate insieme ad uno degli interventi rientranti nel superbonus al 110%;
  • spese di mantenimento dei cani guida;
  • spese per l’affitto degli studenti fuori sede, per cui è prevista una detrazione del 19% su un importo massimo di 2.633 euro;
  • scelta della destinazione dell'8, del 5 e del 2 per mille dell'Irpef e in tal caso il contribuente deve compilare l'apposita scheda. 

Il modello 730 2021 precompilato di dipendenti viene messo a disposizione in un'apposita sezione del sito internet dell'Agenzia delle Entrate e vi si può accedere tramite credenziali Spid o Cns (Carta nazionale dei servizi).

Se il 730 2021 precompilato di dipendenti viene presentato senza alcuna modifica direttamente tramite il sito delle Entrate o tramite sostituto d'imposta non vengono effettuati i controlli documentali sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all'Agenzia delle Entrate. I controlli documentali relativi al 730 2021 possono interessare i dati comunicati dai sostituti d'imposta tramite Cu, Certificazione Unica.

Se il 730 precompilato viene presentato, con o senza modifiche, al Caf o al professionista abilitato, eventuali controlli documentali vengono effettuati nei confronti del Caf o del professionista anche sugli oneri detraibili e deducibili comunicati all'Agenzia delle Entrate. 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il