Quando amministratore condominio può ricevere compensi extra? Ecco i casi per leggi 2021

Nessuna possibilità di compensi extra per l’amministratore di condominio: cosa prevedono leggi in vigore ed eccezioni

Quando amministratore condominio può ric

Quando amministratore condominio può ricevere compensi extra?

Non è prevista per legge la possibilità per un amministratore di condomino di ricevere compensi extra rispetto a quello pattuito al momento della nomina. L’unico caso in cui, per legge, è ammesso che un amministratore di condominio riceva compensi extra è quello in cui la maggiore retribuzione per l'attività di straordinaria amministrazione viene riportata nel preventivo analitico approvato al momento della nomina.
 

Quando amministratore condominio può ricevere compensi extra? Quando un amministratore di condominio viene nominato, le norme sul condominio prevedono l’obbligo per lo stesso amministratore di riportare all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.

Se l’amministratore di condominio non dovesse provvedere a indicare la cifra del compenso pattuito si corre il rischio di nullità della stessa nomina. Vediamo quali sono i casi in cui è possibile che un amministratore di condominio riceva compensi extra rispetto a quello pattuito.

  • Quando amministratore di condominio può avere compensi extra
  • Compensi extra ad amministratore di condominio chi decide

Quando amministratore di condominio può avere compensi extra

Generalmente, quando un amministratore di condominio viene nominato dall’assemblea, la stessa, nella stessa sede, decide anche il compenso dovuto all’amministratore. Non è prevista per legge la possibilità per un amministratore di condomino di ricevere compensi extra e una maggiore remunerazione.

L’unico caso in cui, per legge, è ammesso che un amministratore di condominio riceva compensi extra è quello in cui la maggiore retribuzione per l'attività di straordinaria amministrazione viene riportata nel preventivo analitico approvato al momento della nomina. 

Inoltre, secondo quanto previsto dalle norme in vigore, l'amministratore di condominio ha diritto al compenso aggiuntivo se non è preteso in maniera unilaterale ma oggetto di delibera da parte dell'assemblea e non è dovuto alcuna maggiore retribuzione rispetto al compenso fissato in assenza di apposita delibera condominiale in merito.

Compensi extra ad amministratore di condominio chi decide

Spetta esclusivamente all'assemblea di condominio riconoscere all'amministratore di condominio un eventuale compenso straordinario all'amministratore, perchè si tratta di una valutazione che rientra nelle competenze assembleari.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il