Quando conviene creare un condominio tra più case e appartamenti. I pro e contro

I condomini possono essere villette a schiera attaccate su uno o entrambi i lati a un'altra unità. Molti condomini offrono ingressi recintati o chiusi a chiave.

Quando conviene creare un condominio tra

Quali sono i primi vantaggi e svantaggi di un condominio tra più case e appartamenti?

Ci sono molte buone ragioni per creare un condominio tra più case e appartamenti. L'assicurazione e alcune utenze possono essere meno costose. I benefici che derivano hanno un costo ed è la quota condominiale.

Un immobile di ampia metratura suddiviso in singole unità è un condominio. Ente di gestione privo di personalità giuridica, si differenzia da una proprietà singola. Gran parte della differenza va ricondotta proprio a causa del tipo di proprietà. Ad esempio, nel caso di un appartamento, una singola famiglia acquista non solo l'unità ma ha anche il diritto di proprietà sul terreno su cui è costruita la struttura. Un condominio si trova invece all'interno di un edificio residenziale o di una comunità ma l'unità è gestita privatamente dal privato o dal proprietario dell'immobile.

Quest'ultimo non ha voce in capitolo nel funzionamento dell'edificio più grande o anche del lotto di terreno su cui è costruita la sua proprietà. Spetta all'assemblea di condominio provvedere alla gestione e ad assumere le decisioni che servono. Ricordiamo in premessa che la disciplina del condominio minimo si applica ai fabbricati con più di 8 condomini. Detto in altri termini, se in un edificio i proprietari sono meno di 9, è già un condominio minimo. Approfondiamo adesso:

  • Creare un condominio tra più case e appartamenti, quando conviene: prime considerazioni
  • Quando conviene creare un condominio tra più case e appartamenti, i vantaggi
  • Quando non conviene creare un condominio tra più case e appartamenti, gli svantaggi

Creare un condominio tra più case e appartamenti, quando conviene: prime considerazioni

I condomini possono essere villette a schiera attaccate su uno o entrambi i lati a un'altra unità. Oppure, se il condominio si trova in un edificio più grande, potrebbe essere circondato da altre unità.

Molti condomini offrono ingressi recintati o chiusi a chiave, portieri o persino professionisti della sicurezza per i residenti. Soprattutto per chi vive da solo, la sicurezza è una preoccupazione e il contesto condominiale potrebbe essere rassicurante perché potrebbe ridurre il rischio di effrazioni in casa.

Ma attenzione, i condomini possono essere difficili da vendere per una serie di motivi. Non tutti vogliono vivere in un condominio. Le famiglie con bambini molti piccoli spesso vogliono un cortile, le famiglie con più cani spesso hanno bisogno di un cortile e alcune persone semplicemente non vogliono vivere sopra qualcun altro. Questi fattori restringono il tuo pool di potenziali acquirenti.

Quando conviene creare un condominio tra più case e appartamenti, i vantaggi

Ci sono molte buone ragioni per creare un condominio tra più case e appartamenti. L'assicurazione e alcune utenze possono essere meno costose. Il proprietario del condominio deve solo garantire l'interno della propria unità, non l'esterno e la struttura in generale. Un altro vantaggio è l'aspetto della manutenzione esterna e strutturale della proprietà del condominio.

In qualità di proprietario, non è necessario occuparsi di paesaggistica, falciatura dell'erba, manutenzione esterna o altri problemi di riparazione relativi all'esterno delle unità e alle aree comuni. In prospettiva, bisogna considerare anche se la vendita la proprietà sarà più facile o meno rispetto a una singola casa. Nel complesso, la scelta di un condominio rispetto alla proprietà di una casa unifamiliare è una decisione personale, con ragioni molto individuali per ogni persona o famiglia.

Quando non conviene creare un condominio tra più case e appartamenti, gli svantaggi

I benefici che derivano dalla creazione di un condominio tra più case e appartamenti hanno un costo ed è la quota condominiale. Ci sarà una quota annuale o semestrale da versare per prendersi cura di tutti i costi comuni, assicurazione, tasse, manutenzione, riparazioni, alcune utenze.

Le spese e le quote che le finanziano possono cambiare e quasi sempre aumentare nel tempo, anche per via dell'inflazione. Il proprietario dispone di un voto alle riunioni condominiali e se la decisione collettiva è contraria a quella del singolo voto, la maggioranza vince e occorre accettare l'esito.

Stessa cosa tutte le volte che si ha a che fare con lavori di riparazioni importanti, come un nuovo tetto, l'installazione dell'ascensore, l'adesione al bonus 110%, la creazione di un parcheggio o di un marciapiede. Le valutazioni differenti tra i proprietari sono all'ordine del giorno. Creando un condominio tra più case e appartamenti occorre rispettare le regole comuni.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il