Quando una scrittura privata equivale ad un testamento valido per eredità secondo leggi 2022-2023

Quali sono i casi in cui una scrittura privata diventa valido testamento per eredità e come deve essere scritta: cosa prevedono leggi in vigore e chiarimenti

Quando una scrittura privata equivale ad

Quando una scrittura privata equivale ad un testamento valido per eredità?

Stando a quanto previsto dalle leggi 2022-2023 in vigore, una scrittura privata si può fare ed equivale ad un testamento valido per la successione di una eredità quando rappresenta la manifestazione di una volontà definitiva dell'autore, incondizionatamente scritta con lo scopo di disporre attualmente dei suoi beni, in tutto o in parte, per il tempo successivo alla propria morte, se, dunque, si può considerare come testamento olografo.
 

Quando una scrittura privata equivale ad un testamento valido per eredità? La scrittura privata è un particolare tipo di documento redatto per sostituire un atto pubblico che, per essere valida, deve sempre seguire le regole di corretta compilazione e non deve necessariamente essere conservata dal notaio. Tra i diversi casi in cui si può ricorrere ad una scrittura privata c’è anche quello di redazione di testamento.

  • Scrittura privata quando si può fare 
  • Quando si può fare scrittura privata come testamento valido per eredità


Scrittura privata quando si può fare 

Stando a quanto previsto dalla legge in vigore, la scrittura privata come alternativa ad un atto pubblico di un notaio si può fare in diversi casi ammessi che sono:

  • vendita auto;
  • per prestito tra privati e parenti;
  • affitto casa o compravendita di un immobile, che sia una abitazione, un terreno agricolo, o terreno edificabile, o locale commerciale, ecc; 
  • fare una donazione;
  • fare testamento.

Nei casi appena riportati, la scrittura privata come documento formale al posto di un atto pubblico ha un valore legale legittimo solo se autenticata. La scrittura privata non autenticata non ha, infatti, valore legale e rappresenta solo mera manifestazione di volontà delle parti.

Quando si può fare scrittura privata come testamento valido per eredità

Stando a quanto previsto dalle leggi 2022-2023 in vigore, una scrittura privata si può fare ed equivale ad un testamento valido per la successione di una eredità quando rappresenta la manifestazione di una volontà definitiva dell'autore, incondizionatamente scritta con lo scopo di disporre attualmente dei suoi beni, in tutto o in parte, per il tempo successivo alla propria morte, se, dunque, si può considerare come testamento olografo ma solo ed esclusivamente se scritta nel rispetto dei requisiti formali e sostanziali previsti dalle leggi per la stesura di un testamento.

Dunque, una scrittura privata equivale ad un testamento olografo se soddisfa e rispetta tutte le regole previste per la sua stesura.

Perché una scrittura privata sia valida e possa equivalere ad un testamento valido per l’eredità, deve riportare assolutamente i seguenti dati:

  • titolo, per inquadrare l’oggetto della scrittura privata;
  • contenuto, se si tratta di compravendita di beni immobili o mobili, di automobili, o per la divisione degli immobili tra il coniuge debole e i figli, o per un prestito tra privati, o donazione a figli o altri parenti, o per la definizione delle quote di una società o di altra proprietà, o per la cessione di un marchio registrato, ecc;
  • se si tratta di un immobile, bisogna riportare il Comune dove si trova, la via e il numero civico, i dati catastali, i confini, la provenienza dell’immobile e prezzo per la compravendita; 
  • riportare eventuali dichiarazioni di quietanza, che attestano l’avvenuto pagamento della prestazione da parte del compratore;
  • modalità di pagamento;
  • le firme delle parti che stipulano la scrittura privata;
  • la data, che serve per capire quando è stata redatta.

E deve, inoltre, soddisfare i requisiti specifici di un testamento olografo, vale a dire:

  • essere scritta a mano (anche in stampatello) dal solo testatore, perché l’olografia è il primo requisito fondamentale di questo testamento;
  • essere sottoscritta (in calce) dal testatore alla fine e se consta di più pagine deve essere sottoscritta ogni pagina, per evitare qualsiasi forma di interpretazione, firme richieste esattamente anche per la scrittura privata;
  • indicare chiaramente i nomi degli eredi dei beni;
  • riportare la data scritta a mano, con giorno, mese e anno, pena la nullità del testamento stesso e anche per una scrittura privata valida bisogna riportare la data per capire quando è stata redatta.

Se scrittura privata segue anche le regole per considerare valido un testamento olografo in modo da poterne attestare la validità anche dopo la morte di uno dei sottoscrittori allora equivale ad un testamento vero e proprio per l’eredità. 

La Cassazione ha, infine, confermato che una scrittura privata per essere considerata un testamento olografo deve contenere la chiara volontà del testatore di disporre dei suoi beni per il tempo successivo alla morte e deve essere evidente la chiara volontà attributiva del testatore indipendentemente dalle forme linguistiche usate.





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il