Quando va restituita la pensione o una parte di essa all'INPS. Tutti i casi previsti dalla legge

Restituire la pensione all’Inps dopo il decesso del pensionato: quando farlo, cosa c’č da sapere e chiarimenti

Quando va restituita la pensione o una p

Quali sono i casi in cui la pensione deve essere restituita all’Inps?

I casi previsti dalla legge in cui la pensione deve essere restituita all’Inps sono, dunque, solo quelli relativi ai decessi dei pensionati. In particolare, una volta certificata la morte del pensionato, se lo stesso era pensionato Inps non deve essere restituita la pensione percepita nel mese in cui è avvenuta la morte ma la successiva.

Quando si raggiungono i requisiti pensionistici, per qualsiasi forma di uscita si scelga, i lavoratori presentano domanda di pensione e dal momento della cessazione del rapporto di lavoro iniziano a percepire mensilmente il proprio assegno pensionistico spettante, calcolato secondo i relativi sistemi in vigore. Esistono, però, casi in cui la pensione deve poi essere restituita all’Inps, del tutto o in parte. Vediamo quali sono.

  • Quando deve essere restituita la pensione all’Inps
  • Restituire la pensione all’Inps casi previsti dalla legge

Quando deve essere restituita la pensione all’Inps

La pensione deve essere restituita generalmente quando un pensionato muore ma, attenzione, devono essere restituite solo le pensioni percepite dopo la morte del pensionato. Ciò significa che se il decesso del pensionato avviene dopo aver percepito la pensione, questa deve essere restituita completamente all’Inps

Se, invece, la pensione viene erogata dopo la morte del pensionato ma era stata emessa prima dall’Inps, la stessa pensione non deve essere restituita; mentre se il decesso avviene a cavallo di una mensilità, l’Inps deve erogare la pensione solo in parte, cioè quella parte di mese durante il quale il pensionato era ancora in vita.

Restituire la pensione all’Inps casi previsti dalla legge

I casi previsti dalla legge in cui la pensione deve essere restituita all’Inps sono, dunque, solo quelli relativi ai decessi dei pensionati. In particolare, una volta certificata la morte del pensionato, se lo stesso era pensionato Inps non deve essere restituita la pensione percepita nel mese in cui è avvenuta la morte ma la successiva.

Per esempio, se il pensionato è deceduto il 10 marzo, la pensione percepita il primo giorno del mese non deve essere restituita ma se la morte sopraggiunge a fine mese, la pensione che si percepisce il mese successivo deve essere restituita all'Inps

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie