Quanti punti della patente persi si possono recuperare al massimo

Nel caso di infrazione i punti sono decurtati dalla patente del conducente e non da quella del proprietario dell'auto che non deve quindi fare alcunché per recuperarli.

Quanti punti della patente persi si poss

Punti patente persi, quanti se ne possono recuperare al massimo?

Ammonta quindi a 6 il punteggio massimo che può essere recuperato in una sola soluzione. Ma ai guidatore che non hanno commesso infrazioni sanzionate con la decurtazione di punti patente è attribuito un bonus di 2 punti ogni due anni. In ogni caso il saldo non può superare la soglia di 30 punti.

Perdere i punti patente è più semplice di quel che si pensa, ma allo stesso tempo è anche facile riuscire a recuperarli. Come vedremo in questo articolo ci sono due modi per risalire la china ovvero per rientrare progressivamente in possesso dei punti persi.

Il primo è la frequentazione di corsi di recupero, il secondo è la buona condotta ovvero non commettere per un periodo di tempo prestabilito quelle infrazioni al Codice della Strada che comportano la decurtazione dei punti. In ogni caso tutto avviene alla luce del sole.

Ciascun patentato può infatti controllare in tempo reale il saldo dei propri punti e per farlo ha due strade a disposizione: chiamare il numero 848.782782 (solo da telefono fisso, 7 giorni su 7, al costo di una chiamata urbana), oppure collegarsi al Portale dell'automobilista.

Si tratta di una piattaforma web sviluppata per conto del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture pensata proprio per facilitare le pratiche del settore motorizzazione. Dal punto di vista pratico, nel caso di infrazione i punti sono decurtati dalla patente del conducente e non da quella del proprietario dell'auto.

Se non è possibile identificare il guidatore (pensiamo ad esempio alle multe per eccesso di velocità), il verbale viene inviato al proprietario del veicolo, chiamato a comunicare entro 60 giorni i dati personali e della patente di chi era alla guida al momento dell'infrazione al Codice della strada. Pensa il pagamento di una multa da 250 a 1.000 euro. Vediamo quindi

  • Punti patente persi, quanti se ne possono recuperare al massimo
  • Infrazioni al Codice della strada con più punti patente persi

Punti patente persi, quanti se ne possono recuperare al massimo

La prima importante distinzione da fare riguarda il recupero di una parte o di tutti i punti della patente. Solo in questo ultimo caso è necessario rifare gli esami di guida.

Se il saldo è pari a zero è previsto l'obbligo di revisione della patente. Ci pensa il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture a ricordarlo inviando una lettera con la quale il guidatore è invitato a rifare gli esami di teoria e pratica entro 30 giorni.

Tuttavia in questo periodo può ancora circolare, ma se non sostiene gli esami (o non vengono superati) scatta la sospensione della patente a tempo indeterminato ovvero fino al superamento dell'esame. Nel caso di riconseguimento della patente sono riassegnati i 20 punti iniziali.

Se invece l'automobilista è intenzionato a recuperare punti della patente persi ma il saldo non è zero, può frequentare gli appositi corsi organizzati dalle autoscuole o centri autorizzati dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Questi corsi permettono di recuperare 6 punti a chi ha la patente B (oppure A) ovvero 9 punti per chi ha la patente C, C+E, D, D+E o la patente B con il certificato di abilitazione professionale.

Ammonta quindi a 6 il punteggio massimo che può essere recuperato in una sola soluzione. Ma ai guidatore che non hanno commesso infrazioni sanzionate con la decurtazione di punti patente è attribuito un bonus di 2 punti ogni due anni. In ogni caso il saldo non può superare la soglia di 30 punti.

Infrazioni al Codice della strada con più punti patente persi

Di contro, il massimo punteggio che può essere decurtato dalla patente è di 10 punti. Accade nei casi di retromarcia in autostrada e di sorpasso in curva, sui dossi, negli incroci, di veicoli fermi ai semafori, ai passaggi a livello o incolonnati, di tram e filobus fermi, di veicolo che sta già sorpassando.

Ma anche di circolazione in autostrada o sulle strade extraurbane principali sulle corsie d'emergenza e d'immissione e uscita, di inversione di marcia in autostrada o sulle strade extraurbane principali.

Stessa cosa ovvero perdita di 10 punti patente nei casi di superamento di oltre 60 chilometri orari del limite di velocità, di guida in stato di ebrezza, di circolazione contromano nelle curve, sui dossi o in condizioni di limitata visibilità, di trasporto di materie pericolose senza autorizzazione.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie