Quanto costa aprire una srl, costi medi 2020

Quali sono i costi 2020 richiesti per aprire una Srl e differenze tra tipologie di Srl da aprire: spese previste e chiarimenti

Quanto costa aprire una srl, costi medi

Quanto costa aprire una Srl?

L’apertura di una Srl implica costi soprattutto se si decide di aprire una Srl ordinaria. In tal caso, tra spese notarili, imposta di bollo e di registro, tassa di concessione governativa per vidimazione libri sociali, diritti di segreteria, costi di apertura di Partita Iva e di una Pec, i costi medi 2020 sono di circa 3mila euro.

Una Srl è una società a responsabilità limitata è un tipo di società di capitali, dotata di personalità giuridica, che risponde solo limitatamente alle quote versate dai soci e che prevede che i beni privati degli azionisti partecipanti siano assolutamente separati dal patrimonio della società, e ciò significa che soci non sono tenuti a coprire eventuali debiti con i propri capitali o beni privati.
Le Srl possono essere di tipo Ordinario o Semplificato e dalla tipologia di Srl che si decide di aprire dipendono i costi per aprirla. Vediamo quali sono i costi medi 2020 per aprire una Srl.

  • Costi medi 2020 per aprire Srl
  • Quanto costa aprire una Srl Ordinaria
  • Quanto costa aprire una Srl Semplificata

Costi medi 2020 per aprire Srl

Per aprire una Srl sono richiesti costi differenti che variano anche a seconda del fatto che si tratti di una Srl Ordinaria o Semplificata. Per aprire la prima tipologia di società, possiamo dire che considerando tutte le spese generalmente previste, i costi medi per aprire una Srl, i costi medi 2020 sono di circa 2.500-3mila euro, tra spese notarili, imposta di bollo e di registro, tassa di concessione governativa per vidimazione libri sociali, diritti di segreteria, cui aggiungere la somma del capitale sociale necessario per la sua apertura.

Diversa, invece, è la situazione per l’apertura di una Srl di tipo semplificata, che non richiede alcun costo.

Quanto costa aprire una Srl Ordinaria

Entrando più nello specifico, per aprire una Srl Ordinaria, i costi da considerare sono quelli relativi a:

  • capitale sociale, che non deve essere inferiore a 10mila euro ma non è previsto alcun tetto massimo;
  • spese notarili, che si aggirano tra i 1.500-2mila euro e qualcosina in più, dipende solitamente da dove si decide di aprire la Srl;
  • spese di imposta di bollo e di registro, per la registrazione dei documenti costitutivi della società più un costo forfettario, che generalmente si aggira intorno ai 400 euro;
  • tassa di concessione governativa per vidimazione libri sociali , che è di circa 300 euro;
  • diritti di segreteria, per iscrivere la società al Registro delle Imprese;
  • costi di apertura di Partita Iva e di una Pec (Posta elettronica certificata) che è obbligatoria.

Quanto costa aprire una Srl Semplificata

Per aprire una Srl Semplificata, a differenza di una Srl Ordiaria, sono quasi pari a zero: la Srl Semplificata rappresenta, infattu, una possibilità per gli imprenditori di costituire una società di capitali senza alcun costo, perché non sono previste spese notarili, spese di imposte di bollo e spese diritti di segreteria.

Per la Srl semplificata, infatti, i notai sono obbligati a fare le fatture solo per le spese della Camera di Commercio mentre tutte le altre spese notarili sono pari a zero, mentre per la Srl Ordinaria bisogna pagare tutte le spese notarili, che hanno costi elevati.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie