Quanto costa di tasse andare all'università mediamente nel 2020-2021 tra iscrizione e retta. I vari casi

Costi medi delle tasse per andare all’Università variabili in base a fasce di reddito, tipo di Università, luogo: quanto si deve pagare

Quanto costa di tasse andare all'uni

Quanto costa di tasse andare all'università mediamente nel 2020-2021?

Secondo dati recenti dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che ha condotto una indagine sulle tasse da pagare per la frequenza universitaria in base alle diverse fasce di reddito, è emerso che il costo delle tasse per andare all’Università in Italia mediamente nel 2020-2021 è di circa 600-mille euro. 

Quanto costa di tasse andare all'università mediamente nel 2020-2021? Andare all’Università, nonostante il diritto allo studio, implica dei costi che in alcuni casi, e soprattutto per chi decide di iscriversi a Università private, possono arrivare ad essere decisamente alti. 

In generale, però, i costi per andare all’Università variano in base a Università da frequentare, fascia di reddito, eventuali borse di studio, possibilità di accedere a specifiche agevolazioni fiscale per ridurre il peso delle tasse universitarie. Vediamo allora quali sono i costi medi delle tasse per andare all’Università

  • Quanto costa di tasse andare all'università mediamente nel 2020-2021
  • Casi costi tasse per andare all’Università e come cambiano

Quanto costa di tasse andare all'università mediamente nel 2020-2021

Andare all’Università costa e costa ancor di più per gli studenti del Nord: secondo dati recenti dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che ha condotto una indagine sulle tasse da pagare per la frequenza universitaria in base alle diverse fasce di reddito, è emerso che il costo delle tasse per andare all’Università in Italia mediamente nel 2020-2021 è di circa 600-mille euro. 

In particolare, il costo medio delle tasse da pagare per andare all’Università è di:

  • 541 euro per la prima fascia di reddito Isee fino a 6000 euro; 
  • 583,78 euro per la seconda fascia di reddito Isee fino a 10.000 euro; 
  • 899,76 euro per la terza fascia di reddito Isee fino a 20.000; 
  • 1240,38 euro per la quarta fascia di reddito Isee fino a 30.000; 
  • 2193,39 euro per la fascia di reddito Isee massima.

Dall’indagine è, inoltre, emerso che le Università del Nord Italia sono quelle in cui bisogna pagare le tasse più alte, con importi medi che superano, per la prima fascia, del +12,23% la media nazionale e del +12,89% le rette del Sud.

Precisiamo che, in ogni caso, gli studenti con un reddito inferiore a 13.000 euro del primo anno e quelli meritevoli degli anni successivi non pagano la tassa di iscrizione, ma devono pagare la seconda rata in base all'Isee. 

Inoltre è bene sapere che per determinati studenti che rispondono a specifiche condizioni e soddisfano precisi requisiti è possibile usufruire di agevolazioni fiscali per pagare meno le tasse universitarie.

Casi costi tasse per andare all’Università e come cambiano

Il costo delle tasse universitarie, tra iscrizione e rette, varia, dunque, in base alle fasce di reddito di appartenenza dello studente o del suo nucleo familiare. Ma varia anche in base al tipo di Università che si sceglie di frequentare: i costi appena riportati si riferiscono, infatti, alle Università pubbliche, dove da pagare ci sono solo le tasse. 

I costi salgono, e anche notevolmente, quando si parla di iscrizione e rette di una Università privata, aggirandosi tra i circa 2mila euro e fino agli 11mila (per la Bocconi di Milano) solo di iscrizione. 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il