Quanto deve fatturare partita iva forfettaria per guadagnare 1400-2200 euro netti

Non bisogna fare solo il 15% delle imposte, ma ci sono anche contributi e altri calcoli da fare per capire il guadagno netto al mese di una partita iva forfettaria nel 2022

Quanto deve fatturare partita iva forfet

Partita iva forfettaria, quanto fatturare per guadagnare 1400-2200 euro netti?

Per guadagnare tra 1.400 e 2.200 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 1.800 euro e 3.900 al mese, al netto dei costi legati al commercialista e alla contribuzione previdenziale.

C'è anche per il 2022 la possibilità di adesione al regime forfettario delle partite Iva. Si tratta di un regime semplificato in quanto vengono a cadere alcuni degli oneri applicati per chi invece aderisce al regime ordinario, sia esso un lavoratore autonomo o un professionista.

Tuttavia queste scelte comportano anche la rinuncia ad alcune opportunità, come la possibilità di recuperare in sede di dichiarazione dei redditi parte di costi sostenuti per l'esercizio della propria attività. Ecco quindi che diventa essenziale dotarsi di calcolatrice e fatture per sapere quali sono i guadagni reali che è possibile ottenere. Approfondiamo questi aspetti e più precisamente vediamo meglio:

  • Partita Iva forfettaria, quanto fatturare per guadagnare 1400-2200 euro netti

  • Chi può aderire al regime forfettario delle partite Iva nel 2022

Partita Iva forfettaria, quanto fatturare per guadagnare 1400-2200 euro netti

Aderire al regime forfettario delle partite Iva ha una conseguenza ben precisa: il reddito viene determinato forfettariamente attraverso l'applicazione di un coefficiente ai compensi percepiti con conseguente irrilevanza dei costi e delle spese e applicazione al reddito conseguito di una imposta sostitutiva del 15%.

Per il calcolo delle imposte da pagare occorre innanzitutto tenere conto del coefficiente di redditività legato all'ammontare dei compensi percepiti. Il quadro a oggi è il seguente. Costruzioni e attività immobiliari (Codice Ateco 41, 42, 43, 68): coefficiente di redditività pari a 86%. Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari e assicurativi (Codice Ateco 64, 65, 66, 69, 70, 71, 72, 73, 74, 75, 85, 86, 87, 88): coefficiente di redditività al 78%. Intermediari del commercio (Codice Ateco 46.1): coefficiente di redditività al 62%.

Commercio ambulante di altri prodotti (Codice Ateco 47.82, 47.8): coefficiente di redditività al 54%. Commercio all'ingrosso e al dettaglio (Codice Ateco 45, da 46.2 a 46.9, da 47.1 a 47.7, 47.9): coefficiente di redditività al 40%. Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione (Codice Ateco 55, 56): coefficiente di redditività al 40%. Commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande (Codice Ateco 47.81): coefficiente di redditività al 40%. Industrie alimentari e delle bevande (Codice Ateco 10, 11): coefficiente di redditività al 40%. Altre attività economiche (Codice Ateco da 1 a 9, da 12 a 33, da 35 a 39, 49, 50, 51, 52, 53, 58, 59, 60, 61, 62, 63, 77, 78, 79, 80, 81, 82, 84, 90, 91, 92, 93, 94, 95, 96, 97, 98, 99): coefficiente di redditività al 67%.

Arrivati a questi punto si applica l'aliquota unica del 15%, ma senza la possibilità di portare in detrazione le spese sostenute per l'esercizio della propria attività. Sulla base di questa situazione e al netto di eventuale costi di gestione della partita Iva, come quelli legati al commercialista,

  • per guadagnare 1.400 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 1.800 euro al mese

  • per guadagnare 1.500 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 2.000 euro al mese

  • per guadagnare 1.600 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 2.200 euro al mese

  • per guadagnare 1.700 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 2.400 euro al mese

  • per guadagnare 1.800 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 2.800 euro al mese

  • per guadagnare 1.900 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 3.200 euro al mese

  • per guadagnare 2.000 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 3.500 euro al mese

  • per guadagnare 2.100 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 3.700 euro al mese

  • per guadagnare 2.200 euro netti al mese, una partita Iva forfettaria dovrebbe mediamente fatturare circa 3.900 euro al mese

Chi può aderire al regime forfettario delle partite Iva nel 2022

Possono accedere al regime forfettario delle partite Iva le persone fisiche esercenti attività d'impresa o lavoro autonomo che hanno conseguito compensi o ricavi fino a 65.000 euro. La verifica del fatturato viene effettuata rispetto all'anno precedente a quello di riferimento, e le condizioni di permanenza sono verificate anno per anno.

I contribuenti che applicano il regime forfettario conservano l'obbligo di integrare le fatture per le operazioni di cui risultano debitori di imposta con l'indicazione dell'aliquota e della relativa imposta, da versare entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni, senza diritto alla detrazione dell'imposta relativa. Ma anche certificare i corrispettivi e numerare e conservazione delle fatture di acquisto e le bollette doganali.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il