Quanto è assegno unico tra 25mila-35mila euro di Isee per figli minorenni o maggiorenni nel 2023

Come cambia l’importo dell’assegno univo per figli in base a Isee tra 25mila e 35mila euro e composizione nucleo familiare: chiarimenti

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Quanto è assegno unico tra 25mila-35mila

Quanto è assegno unico tra 25mila-35mila euro di Isee per figli minorenni o maggiorenni nel 2023?

Cambia l’importo dell’assegno unico per figli 2023 per chi ha un Isee tra 25mila-35mila euro e non uguale per tutti coloro che hanno un tale valore Isee e dipende essenzialmente dalla composizione del nucleo familiare e quanti figli vi sono presenti, se maggiorenni, minorenni, disabili o meno, in base ai valori fissati dalle tabelle Inps. 
 

Quanto è assegno unico tra 25mila-35mila euro di Isee per figli minorenni o maggiorenni nel 2023? L’assegno unico per figli che da quest’anno 2023 sostituisce le misure precedentemente in vigore per figli, compresi assegni famigliari e detrazioni per figli a carico in busta paga, con la sola eccezione del bonus asilo nido che resta nonostante il nuovo assegno unico, può essere richiesto direttamente all’Inps sia da lavoratori dipendenti (pubblici e privati), sia da lavoratori autonomi e sia da disoccupati e condizione che siano cittadini italiani o cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea, o familiari titolari del diritto di soggiorno; o cittadini di uno Stato non appartenente all’Unione Europa, con permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo o per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale, domiciliati e residenti in Italia, da almeno due anni, anche non continuativi oppure essere titolare di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di durata non inferiore a sei mesi, e che paghino regolarmente l’imposta sul reddito in Italia.

  • Come si calcola importo assegno unico per figli 2023
  • Isee tra 25mila-35mila euro quanto si prende di assegno unico per figli 2023

Come si calcola imposto assegno unico per figli 2023

La regola generale di calcolo dell’importo dell’assegno unico per figli 2023 prevede una cifra variabile in base a valore Isee, composizione del nucleo familiare e due quote che sono:

  • una quota variabile modulata in modo progressivo, da un massimo di 175 euro per ogni figlio minore con Isee fino a 15mila euro, a un minimo di 50 euro per ogni figlio minore in assenza di Isee o con Isee pari o superiore a 40mila euro e sono previste per ogni figlio maggiorazioni nei casi di nuclei numerosi (per i figli successivi al secondo), madri di età inferiore a 21 anni, nuclei con quattro o più figli, genitori entrambi titolari di reddito da lavoro, figli affetti da disabilità;
  • una quota a titolo di maggiorazioni. 

La cifra di assegno unico di partenza stabilita dalle tabelle Inps per chi ha un Isee tra 0 15mila euro è 175 euro per figli minorenni, decrescente in base all’aumento del valore Isee, a cui aggiungere:

  • 85 euro per chi ha figli a carico di età compresa tra i 18 e i 21 anni purchè siano studenti o impegnati nel servizio civile;
  • 85 euro per figli minori dopo il secondo.

E', inoltre, prevista una maggiorazione per nuclei familiari con entrambe i genitori lavoratori (30 euro).

Isee tra 25mila-35mila euro quanto si prende di assegno unico per figli 2023

Considerando le regole di calcolo dell’assegno unico riportate e i valori fissati dalle tabelle Inps in base ai redditi Isee, chi ha un Isee tra 25mila e 35mila euro percepirà un importo di assegno unico diverso a seconda della composizione del nucleo familiare.

In particolare, per chi ha un Isee da 25mila euro è previsto il seguente importo di assegno unico:

  • per ogni figlio fino 2 di 124 euro;
  • per figli a carico da 18 a 21 anni di 60,8 euro;
  • per figli disabili a carico oltre 21 anni di 60,08 euro;
  • per figli minori dopo il secondo di 56,7 euro;
  • maggiorazioni nel caso in cui entrambe i genitori lavorano di 17,9 euro.

Per chi ha un Isee da 26mila euro è previsto il seguente importo di assegno unico:

  • per ogni figlio fino 2 di 119,5 euro;
  • per figli a carico da 18 a 21 anni di 58,4 euro;
  • per figli disabili a carico oltre 21 anni di 58,4 euro;
  • per figli minori dopo il secondo di 53,9 euro;
  • maggiorazioni nel caso in cui entrambe i genitori lavorano di 16,8 euro.


Per chi ha un Isee da 28mila euro è previsto il seguente importo di assegno unico:

  • per ogni figlio fino 2 di 109,5 euro;
  • per figli a carico da 18 a 21 anni di 53,6 euro;
  • per figli disabili a carico oltre 21 anni di 53,6 euro;
  • per figli minori dopo il secondo di 53,6 euro;
  • maggiorazioni nel caso in cui entrambe i genitori lavorano di 17,9 euro.

Per chi ha un Isee da 30mila euro è previsto il seguente importo di assegno unico:

  • per ogni figlio fino 2 di 99,5 euro;
  • per figli a carico da 18 a 21 anni di 48,8 euro;
  • per figli disabili a carico oltre 21 anni di 48,8 euro;
  • per figli minori dopo il secondo di 42,2 euro;
  • maggiorazioni nel caso in cui entrambe i genitori lavorano di 11,9 euro.

Per chi ha un Isee da 32 mila euro è previsto il seguente importo di assegno unico:

  • per ogni figlio fino 2 di 89,5 euro;
  • per figli a carico da 18 a 21 anni di 44 euro;
  • per figli disabili a carico oltre 21 anni di 44 euro;
  • per figli minori dopo il secondo di 37,1 euro;
  • maggiorazioni nel caso in cui entrambe i genitori lavorano di 9,5 euro.

Per chi un Isee da 35mila euro è previsto il seguente importo di assegno unico:

  • per ogni figlio fino 2 di 74,5 euro;
  • per figli a carico da 18 a 21 anni di 36,8 euro;
  • per figli disabili a carico oltre 21 anni di 80 euro;
  • per figli minori dopo il secondo di 28,7 euro;
  • maggiorazioni nel caso in cui entrambe i genitori lavorano di 6 euro.

L'erogazione degli assegni unici per figli inizierà dal prossimo mese di marzo ma le domande si possono inviare dal gennaio 2023.