Quanto chiede un idraulico per i 10 lavori più comuni svolti e qual è suo guadagni

Come e di quanto cambiano i guadagni di un idraulico in base a lavori più comuni chiamato a svolgere: ecco quali sono i costi

Quanto chiede un idraulico per i 10 lavo

Quanto guadagna idraulico per i 10 lavori più comuni svolti?

Il guadagno di un idraulico varia molto in base a ore di lavoro effettuate, se lavoratore dipendente o libero professionista, e tipo di lavoro per cui viene chiamato. Se, infatti, un idraulico all’ora può avere un costo compreso, in media, tra i 13 e i 50 euro all’ora, i costi variano a seconda del lavoro svolto, oscillando dai circa 50-100 per lavori di manutenzione ordinaria e sostituzione guarnizioni e altri piccoli elementi, arrivando agli oltre 3mila euro per progettare e installare impianti igienico-sanitari.

Quanto guadagna un idraulico per i 10 lavori più comuni svolti? Il guadagno di un idraulico dipende da diversi elementi e dal tipo di lavoro chiamato a svolgere. Possiamo, in generale, dire che un idraulico dipendente guadagna, in media, sui 1,500 euro al mese, peri a circa 13 euro all’ora, mentre un idraulico libero professionista guadagna in media 2mila euro al mese, come fatturato.

Chiaramente si tratta di guadagni medi indicativi che possono essere anche molto più alti, arrivando sui 30 euro all’ora e anche di più, come più bassi. Vediamo allora qual è il guadagno di un idraulico per i lavori più comuni svolti.

  • Lavori più comuni svolti da un idraulico quali sono
  • Qual è il guadagno di un idraulico per i 10 lavori più comuni svolti

Lavori più comuni svolti da un idraulico quali sono

L'idraulico è una figura professionale molto importante perché si occupa di gestione e manutenzione di impianti idrico-sanitari civili e industriali, e di sistemi di riscaldamento, condizionamento e conduzione di acqua e vapore sia in abitazioni, che in uffici così come in edifici pubblici, come ospedale e scuole.

Ogni idraulico deve avere conoscenze e competenze di idraulica e termoidraulica e saper usare gli strumenti specifici del mestiere per intervenire sugli impianti con precisione.

Diversi sono, dunque, i lavori specifici che un idraulico fa e i dieci più comuni sono generalmente i seguenti:

  • progettare e installare impianti igienico-sanitari;
  • occuparsi dell'allacciamento degli impianti con gli acquedotti, in coordinamento con gli altri operai e tecnici presenti in cantiere come muratori, elettricisti, ingegneri idraulici e geometri.
  • installare sistemi di riscaldamento e di climatizzazione;
  • installare e fare manutenzione di caldaia e scaldabagno;
  • installazione e riparazione della rubinetteria;
  • collaudare gli impianti installati;
  • trovare e riparare guasti e malfunzionamenti;
  • sostituire guarnizioni, valvole e altri elementi soggetti ad usura;
  • fare sostituzione delle tubature di linea;
  • fare manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti idrico-sanitari e di scarico; 

Qual è il guadagno di un idraulico per i 10 lavori più comuni svolti

Il guadagno di un idraulico dipende dal suo costo orario e dal tipo di lavoro chiamato a svolgere. Se, infatti, i costi all’ora di un idraulico si aggirano, come detto dai 13 ai 50 euro all’ora in media, il guadagno può anche aumentare nel caso si tratta di un pronto intervento e soprattutto in orario notturno o un giorno festivo.

Il guadagno di un idraulico per i 10 lavori comuni più svolti è il seguente:

  • da 500 a 3mila euro per progettare e installare impianti igienico-sanitari;
  • circa 150-200 euro per occuparsi dell'allacciamento degli impianti con gli acquedotti, in coordinamento con gli altri operai e tecnici presenti in cantiere come muratori, elettricisti, ingegneri idraulici e geometri;
  • da 50 a 200 euro circa per installare sistemi di riscaldamento e di climatizzazione;
  • tra 200 e 300 euro per installare e fare manutenzione di caldaia e scaldabagno;
  • da 80 ore in poi per installazione e riparazione della rubinetteria;
  • circa 100 euro per collaudare gli impianti installati, prezzo variabile a seconda di tipologia di impianti installati e dove, se casa provata o edificio pubblico;
  • tra 50 e 100 euro per trovare e riparare guasti e malfunzionamenti;
  • tra 50 e 100 euro sostituire guarnizioni, valvole e altri elementi soggetti ad usura;
  • tra 800 e mille euro fare sostituzione delle tubature di linea;
  • circa 150-250 euro o anche di più per fare manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti idrico-sanitari e di scarico. 


 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il