Quanto guadagna un amministratore di condominio per ogni immobile che gestisce

Circa 1.500 euro al mese e fino a oltre 4mila euro al mese: ecco qual è il guadagno di un amministratore di condominio per ogni immobile che gestisce

Quanto guadagna un amministratore di con

Quanto guadagna un amministratore di condominio per ogni immobile che gestisce?

Gli amministratori di condominio per ogni immobile che gestiscono possono arrivare a guadagnare anche 4 mila euro al mese per ogni immobile che gestiscono, per un fatturato totale annuo di circa 48mila euro. Precisiamo che chi fa solo l’amministratore di condominio per mestiere può arrivare a gestire da 10 a 20 ed è in questo caso che i guadagni possono arrivare anche a superare i 4mila euro. 
 

Quanto guadagna un amministratore di condominio per ogni immobile che gestisce? Quando viene nominato un amministratore di condominio dall’assemblea condominiale, è la stessa assemblea decide anche il compenso dovuto all’amministratore e tanto quanto l’assemblea decide di dare all’amministratore, tanto egli deve percepire senza ulteriori aumenti. Vediamo quali sono fatturato e utile medio un amministratore di condominio per ogni immobile che gestisce.

  • Fatturato e utile medio di un amministratore di condominio per ogni immobile che gestisce
  • Come cambia guadagno di un amministratore di condominio per ogni immobile

Fatturato e utile medio di un amministratore di condominio per ogni immobile che gestisce

Gli amministratori di condominio per ogni immobile che gestiscono possono arrivare a guadagnare anche 4 mila euro al mese, per un fatturato totale annuo di circa 48mila euro. Il guadagno medio di un amministratore di condominio può essere in media di circa 1.500 euro al mese. 

Precisiamo che chi fa solo l’amministratore di condominio per mestiere può arrivare a gestire da 10 a 20 ed è in questo caso che i guadagni possono arrivare anche a superare i 4mila euro. 

Chiaramente poi il fatturato medio non corrisponde all’utile che l’amministratore di condominio registra considerando le tasse che si devono pagare sui guadagni percepiti.

Il compenso per un amministratore di condominio si calcola in base al numero delle unità immobiliari per ogni immobile che gestiscono e si prevedono costi maggiori per unità abitative e uffici e costi minori per box auto, cantine e posti macchina. 

Precisiamo che, per legge, un amministratore di condomino non può ricevere compensi extra e una maggiore remunerazione, ad eccezione del caso in cui la maggiore retribuzione per l'attività di straordinaria amministrazione non sia riportata nel preventivo analitico approvato al momento della nomina. 

Come cambia guadagno di un amministratore di condominio per ogni immobile
    

Il guadagno medio 2020-2021 di un amministratore di condominio cambia in base a diversi criteri che sono in particolare:

  • impegno orario di lavoro per ogni unità immobiliare che è di circa 2,5 ore/anno;
  • costo medio a persona operativa di uno studio, che è di circa 50-60 euro ora più una quota percentuale di utili aziendali, rimborsi spese e oneri di legge; 
  • costo medio annuale di amministrazione di un’unità immobiliare, che non può essere inferiore a 150-180 euro, più rimborsi spese e oneri di legge.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il