Quanto guadagna un sindaco stipendi medi 2019-2020 tra fisso, variabile ed indennità

Quali sono gli stipendi dei sindaci e come si calcolano: grandezza del Comune ammiistrato e indenità da considerare

Quanto guadagna un sindaco stipendi medi

Qual è lo stipendio medio 2019-2020 di un sindaco?

Gli stipendi dei sindaci non sono fissi e tutti uguali definiti per il ruolo istituzionale che ricoprono ma variano, e anche di molto, in base alla grandezza del Comune che amministrano. La cifra dello stipendio di un sindaco dipende, infatti, dal numero di abitanti del Comune di cui è prima cittadino più eventuali indennità.

Ci si chiede spesso quanto possa guadagnare un sindaco e se lo stipendio di un sindaco di una grande città come Milano o Firenze, Venezia, Roma sia diverso rispetto a quello di un sindaco di un piccolo paese di provincia o meno. Vediamo allora quanto guadagna un sindaco?

  • Sindaco stipendi medi 2019-2020
  • Quanto guadagna un sindaco stipendio fisso, variabile ed indennità


Sindaco stipendi medi 2019-2020

Gli stipendi dei sindaci non sono fissi e tutti uguali definiti per il ruolo istituzionale che ricoprono ma variano, e anche di molto, in base alla grandezza del Comune che amministrano.

Lo stipendio di un sindaco è regolato dal Decreto 119 del 4 aprile 2000, applicazione della Legge Bassanini (265/1999), e prevede il riconoscimento dello stipendio medio 2019-2020 ai sindaci in base al numero degli abitanti del Comune secondo il seguente schema:

  • per un numero di abitanti 1-1.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 1.290 euro:
  • per un numero di abitanti 1.001-3.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 1.450 euro;
  • per un numero di abitanti 3.001-5.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 2.170 euro;
  • per un numero di abitanti 5.001-10.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 2.790 euro;
  • per un numero di abitanti 10.001-30.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 3.100 euro;
  • per un numero di abitanti 30.001-50.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 3.460 euro;
  • per un numero di abitanti 50.001-100.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 4.130 euro;
  • per un numero di abitanti 100.001-250.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 5.010 euro;
  • per un numero di abitanti 250.001-500.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 5.780 euro;
  • per un numero di abitanti più di 500.000 lo stipendio mensile del sindaco è di 7.800 euro.

Per fare qualche esempio, in base alle cifre riportate per numero di abitanti, lo stipendio mensile dei sindaci di Roma, Milano e Napoli è di circa 8mila euro e ed più o meno sulla stessa cifra il sindaci di Torino, mentre lo stipendio mensile del sindaco di Bari è di circa 6mila euro, così come quello dei sindaci di Bologna e Venezia, mentre si scende sui 5mila per i sindaci di Trieste, Parma o Messina.

Quanto guadagna un sindaco stipendio fisso, variabile ed indennità

Lo stipendio di un sindaco è, dunque, molto variabile e dipende non solo, come sopra spiegato, dalle dimensioni del Comune di cui è primo cittadino ma anche in base dalla parte variabile dell’importo e alle indennità percepite da alcuni amministratori.

Stando a quanto stabilito dal decreto fiscale legato alla Legge di Bilancio 2020, è previsto un aumento dell’indennità dei sindaci nei comuni fino a 3mila abitanti arrivando all’85% di quello che spetta ai sindaci dei comuni più grandi di 5mila abitanti.

L’elemento che determina maggiormente l’indennità del sindaco è il numero dei cittadini residenti nel Comune che amministra, insieme alla busta paga, cioè se il sindaco stesso è un pensionato o un lavoratore. Se, infatti, continua a percepire reddito da lavoro o da pensione, il suo compenso da sindaco viene ridotto, mentre per percepirlo per intero deve prendersi l’aspettativa dal lavoro per tutta la durata del mandato alla guida della città o del Paese.

Lo stipendio di un sindaco si calcola anche considerando altri elementi come:

  • se la percentuale delle entrate proprie del bilancio comunale è superiore alla media regionale e in tal caso al sindaco spetta una maggiorazione del 3% sullo stipendio;
  • se la spesa procapite, relativa all’ultimo bilancio approvato, è superiore alla media regionale, e in tal caso il sindaco percepisce un aumento del 2% sullo stipendio spettante.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie