Quanto guadagnano gli assessori Comunali? Non solo stipendi ma anche rimborsi e altre voci 2021

Quali sono e come cambiano guadagni degli assessori tra stipendi previsti da Ccnl, rimborsi e altri elementi: cosa prevedono norme in vigore

Quanto guadagnano gli assessori Comunali

Quanto guadagnano gli assessori comunali?

Il guadagno degli assessori varia in virtù del posto in cui lavorano e può essere alto o basso a seconda che ci si trovi in un piccolo paese o in una grande città e si può partire dai 200, 300 euro al mese per arrivare anche ai 7mila euro circa se si esercita il proprio ruolo in una grande città. 
 

Quanto guadagnano gli assessori Comunali? Gli assessori comunali rappresentano figure istituzionali impegnate nel garantire il raggiungimento di obiettivi e attività o la realizzazione di progetti legati al territorio, tanto che assessore comunale ha una delega per un determinato ambito di cui diventa responsabile.

Diversi sono i tipi di assessori comunali, che si differenziano per settore di competenze e, per esempio, ci sono assessori all’urbanistica, assessori alla cultura, assessore all’ambiente, assessore alla sicurezza, ecc. Il guadagno degli assessori comunali non deriva solo dagli stipendi previsti da relativo Ccnl, ma anche a rimborsi e altre voci che costituiscono la retribuzione finale. Vediamo qual è. 

  • Quanto guadagnano assessori comunali tra stipendi, rimborsi e altre voci 
  • Guadagno assessori comunali in base a dimensioni comuni e nomine


Quanto guadagnano assessori comunali tra stipendi, rimborsi e altre voci 

Gli assessori comunali percepiscono uno stipendio mensile calcolato in maniera proporzionata al numero di abitanti della città in cui lavorano, per cui un assessore di una grande città percepisce uno stipendio maggiore rispetto l’assessore di un piccolo paese di provincia. 

Se, infatti, il numero di abitanti del comune dove lavora è compreso tra i 1.000 e i 5.000, egli percepisce uno stipendio pari a un quindicesimo di quanto guadagna il sindaco, tra stipendio, rimborsi e altre eventuali voci. Se, per esempio, dunque, l’assessore opera in un comune con un numero di abitanti compreso tra i 5.001 e i 50.000, allora percepisce il 45% dello stipendio del sindaco.

Entrando più nel dettaglio, un assessore comunale può guadagnare uno stipendio che parte dai 200 euro al mese, se si trova in un piccolo paese di provincia, per arrivare a guadagnare 2mila euro al mese, se assessore in una città, fino anche a 6, 7mila euro al mese in grandi città come Roma e Milano, guadagno calcolato sempre come somma di stipendio e rimborsi.

Guadagno assessori comunali in base a dimensioni comuni e nomine

Dunque, il guadagno degli assessori varia in virtù del posto in cui lavorano e può essere alto o basso a seconda che ci si trovi in un piccolo paese o in una grande città.

Gli assessori comunali vengono nominati tra le persone interne al consiglio comunale nei comuni con meno di 15.000 abitanti, mentre nei comuni con più di 15.000 abitanti, le nomine possono essere anche esterne al consiglio comunale. In ogni caso, l’incarico di un assessore comunale dura 5 anni, tanti quanti sono gli anni di durata dell’incarico dell’amministrazione, ma il sindaco ha facoltà eventualmente di revocare uno o anche più assessori nel corso della sua gestione. 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il