Quanto incide il costo dell'energia in un negozio. Calcolo ed esempi

L'ottimizzazione dei sistemi di refrigerazione nei negozi, laddove presenti, può ridurre il consumo di energia del 24% rispetto alla pratica standard.

Quanto incide il costo dell'energia

Energia in un negozio, quanto incide?

Il costo dell'energia è tra quelli che incidono in maniera più rilevante sul budget finale dei negozi. Circa il 55% del costo dell'energia va ricondotto ai servizi di vendita ovvero alla commercializzazione da parte del fornitore. Circa il 12% va ricondotto ai servizi di rete ovvero alle attività di trasporto. Una percentuale simile riguarda tasse e imposte legate all'energia e sono a carico dell'utente finale ovvero del negozio.

Mai sottovalutare i costi dell'energia in un negozio, soprattutto se rimane aperto per molte ore durante la giornata se non per tutta la notte.

Ogni negozio ha le sue particolarità e le sue esigenze, ma qualunque sia l'ambito di appartenenza, è fondamentale saper leggere la bolletta per valutare il costo dell'energia, comprendere le personali esigenze e la convenienza del fornitore. Vediamo allora nei dettagli:

  • Energia in un negozio, quanto incide
  • Calcolo ed esempi energia in un negozio

Energia in un negozio, quanto incide

Il costo dell'energia è tra quelli che incidono in maniera più rilevante sul budget finale dei negozi. Circa il 55% del costo dell'energia va ricondotto ai servizi di vendita ovvero alla commercializzazione da parte del fornitore. Circa il 12% va ricondotto ai servizi di rete ovvero alle attività di trasporto.

Una percentuale simile riguarda tasse e imposte legate all'energia e sono a carico dell'utente finale ovvero del negozio. Bastano comunque poche e ben precise azioni per limitata l'impatto dell'energia in un negozio. Il modo più semplice e veloce è spegnere i dispositivi non utilizzati.

Ipotizzando un costo di 0,12 euro per kWh, ogni 1.000 kWh risparmiati si conservano sul conto corrente circa 120 euro. Meglio quindi spegnere computer, registratori di cassa, lettori di codici a barre se non sono in uso. Le prese multiple intelligenti con sensori di presenza incorporati possono disattivare i dispositivi collegati dopo un intervallo di inattività preimpostato.

Allo stesso tempo, spegnere le luci quando non sono in uso. I sensori di presenza possono rivelarsi una soluzione a basso costo e facile da implementare. Il suggerimento è di installarli nelle stanze che non sono costantemente in uso, come bagni, ripostigli per la manutenzione, uffici e magazzini.

Se i negozi sono aperti tutta la notte, potrebbe essere utile installare una commutazione a doppio livello per le luci a soffitto con cui spegnere alcuni infissi durante le ore di traffico ridotto. Alcune apparecchiature non possono essere disattivate completamente, ma abbassarle al minimo per risparmiare energia sì.

Quando il tuo negozio è chiuso, abbassare le impostazioni di temperatura nelle stagioni calde e aumentarel nelle stagioni fredde. Molti sistemi di condizionamento d'aria utilizzano un economizzatore per aspirare l'aria fresca esterna quando è disponibile, il che riduce la necessità di aria raffreddata meccanicamente. Se non viene controllato regolarmente, il collegamento dell'ammortizzatore può bloccarsi o rompersi.

Un economizzatore bloccato nella posizione completamente aperta può aggiungere fino al 50% alla bolletta energetica annuale di un edificio consentendo l'ingresso di aria calda durante la stagione di condizionamento e aria fredda durante quella di riscaldamento.

Meglio far calibrare i controlli da un tecnico autorizzato, pulire e lubrificare il collegamento circa una volta all'anno. Ed eseguire le riparazioni se necessario.

Calcolo ed esempi energia in un negozio

L'ottimizzazione dei sistemi di refrigerazione, laddove presenti, può ridurre il consumo di energia del 24% rispetto alla pratica standard. Gli schermi per vetrine in alluminio possono ridurre il carico di refrigerazione dalla vetrina dell'8% se applicati durante la notte e del 40% se applicati nelle 24 ore, rispetto al carico presente senza lo schermo.

Anche l'illuminazione è fondamentale per creare atmosfera e rendere la merce attraente per gli acquirenti. Il design dell'illuminazione di alta qualità può ridurre le bollette energetiche e aumentare le vendite. I sensori o i timer di occupazione possono garantire ulteriori risparmi in aree che non sono sempre in uso.

I Led possono quindi fornire risparmi ancora maggiori. Dipingere il tetto di un negozio di alimentari con vernice bianca o altra vernice altamente riflettente può ridurre l'energia richiesta per il raffreddamento estivo dal 25% al 65% e aiutare a ridurre i picchi di domanda, oltre ad aumentare la durata del tetto.



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il