Quanto può essere alta e grande la siepe di un vicino di casa secondo le leggi 2021 in vigore

Non esiste una altezza e una grandezza specifica fissata per le siepi di un vicino di casa ma si tratta di dimensioni che dipendono dalle distanze stabilite dalla legge

Quanto può essere alta e grande la siepe

Quanto può essere alta e grande la siepe di un vicino di casa?

Secondo quanto previsto dalle leggi 2021 in vigore, non esiste una altezza e una grandezza specifica fissata da rispettare per le siepi di un vicino ma si tratta di dimensioni che dipendono dalle distanze stabilite dalla legge per la piantumazione di siepi e che cambiano in presenza di un muro divisorio di confine.
 

Quanto può essere alta e grande la siepe di un vicino di casa? L' art 892 del Codice Civile riporta norme specifiche da rispettare sulla distanza che deve intercorrere tra alberi o siepi e i limiti di proprietà e stabilisce che anche nel caso della vegetazione bisogna sempre garantire il diritto alla fruizione di aria, luce ecc. Vediamo quali sono le norme in vigore previste esclusivamente per le siepi.

  • Quanto può essere alta e grande la siepe di un vicino di casa
  • Altezza e grandezza siepe in presenza di muro divisorio

Quanto può essere alta e grande la siepe di un vicino di casa 

Secondo quanto previsto dalle leggi 2021 in vigore, non esiste una altezza e una grandezza specifica da rispettare per la siepe di un vicino di casa. O meglio, grandezza e altezza della siepe non vengono chiaramente fissate perché dipendono da tipo di siepe e distanza di piantumazione della stessa stabilita dalla legge.

La legge è chiara su questo punto, infatti, e prevede che a seconda del tipo di vegetazione, alberi ad alto fusto, alberi di non alto fusto, siepi e arbusti, la distanza sia compresa tra i 50 e 300 cm, per cui un’altezza massima della pianta si può stabilire solo in base alla distanza minima da rispettare.

Di norma, dovrebbe essere il regolamento comunale a prevede una specifica regolamentazione delle distanze e delle altezze delle siepi piantati nei confini tra fondi ma bisogna sempre tener presente che, in linea generale, il Codice civile prevede che il proprietario del fondo confinante non possa realizzare opere in grado di diminuire aria, luce e vedute per il vicino. 

Per quanto riguarda le siepi, la legge prevede che si possano mettere ad una distanza minima dal confine di mezzo metro se si tratta di:

  • viti;
  • arbusti;
  • siepi vive;
  • piante da frutto di altezza non maggiore di due metri e mezzo.

Se, però, le siepi che si sceglie di mettere sono di ontano, di castagno o di altre piante simili che vengono periodicamente recise vicino al ceppo la distanza minima è di un metro, mentre se si tratta di siepi di robinie la distanza minima da rispettare sale a due metri.

Le distanze minime stabilite dalla legge possono, però, non essere rispettate se, in prossimità del confine, c’è un muro divisorio, proprio o comune.

Altezza e grandezza siepe in presenza di muro divisorio

Come accennato, le condizioni per la piantumazione di siepi in relazione ad altezza, grandezza e distanza delle siepi stesse cambiano in presenza di un muro divisorio di confine. In questo caso, se si tratta di dover piantare siepi di alloro, (arbustive) non bisogna rispettare alcuna distanza la l'altezza della siepe non super l'altezza del muro. Se, poi, la siepe supera l'altezza del muro, bisogna rispettare la distanza dal vicino di almeno 50 metri, stessa distanza da rispettare in mancanza di muto di confine.

Se si sceglie di piantare una siepe di alloro (arborea) ad alto fusto, se non è presente un muro divisorio di confine, la distanza da rispettare stabilita dal Codice Civile è di 3 metri, mentre in presenza di muro di confine con il vicino di casa, non c'è obbligo di rispettare alcuna distanza se l'altezza della siepe non supera l'altezza del muro. In caso contrario, resta la distanza di 3 metri da rispettare.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il