Quanto si ha di reversibilità se la pensione del defunto è tra i 1000-2000 euro netti

Come cambia la pensione di reversibilità ai superstiti di un defunto con pensione tra 1000 e 2000 euro netti: calcoli ed esempi concreti in base a percentuali e altri elementi da considerare

Quanto si ha di reversibilità se la pens

Quanto si ha di reversibilità se la pensione del defunto è tra i 1000-2000 euro netti?

L’importo di pensione di reversibilità da erogare ai familiari superstiti aventi diritto alla prestazione se il defunto aveva una pensione tra 1000-2000 euro netti cambia in base a diversi fattori che sono innanzitutto legame di parentela con il defunto precettore di pensione, relative percentuali spettanti della pensione percepita dal defunto, eventuali riduzioni in caso di ulteriori redditi percepiti dal beneficio della reversibilità. 

Quanto si ha di reversibilità se la pensione del defunto è tra i 1000-2000 euro netti? La pensione di reversibilità è un trattamento pensionistico che viene riconosciuto ai superstiti di un assicurato defunto in misure percentuali differenti in base al grado di parentela tra deceduto e parente superstite che ha diritto a percepire la pensione di reversibilità.
 
Tale percentuale di pensione di reversibilità da corrispondere ai superstiti varia in base al legame e rapporto familiare del superstite con il defunto e in base a tale percentuale si calcola, insieme ad altri fattori, l’importo di pensione di reversibilità da riconoscere.

  • Pensione di reversibilità quali percentuali spettano ai superstiti
  • Quanto è importo reversibilità se pensione defunto è tra i 1000-2000 euro netti

Pensione di reversibilità quali percentuali spettano ai superstiti

Stando a quanto previsto dalle leggi in vigore, la pensione di reversibilità spetta ai familiari superstiti solo in determinate percentuali e che cambiano a seconda del grado di parentela tra il defunto e il familiare in questione. La pensione di reversibilità spetta a:

  • coniuge, unito civilmente, separato consensualmente, equiparato sotto ogni profilo al coniuge superstite (separato o non), e divorziato ma che percepiva l'assegno di mantenimento e non risposato;
  • figli, sia naturali, nati dentro o fuori dal matrimonio, e sia adottati, affiliati, legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati, figli maggiorenni se studenti fino a 21 anni di età se frequentano la scuola e fino a 26 anni di età se frequentano l'università;
  • genitori a carico del pensionato, in mancanza di coniuge, figli e nipoti, a condizione che non siano titolari di pensione;
  • nipoti se minorenni, inabili al lavoro e a carico del defunto prima del decesso, o se studenti fino a 21 anni di età se frequentano la scuola e fino a 26 anni di età se frequentano l'università
  • sorelle nubili e fratelli celibi.  

Le percentuali di reversibilità spettanti alle categorie di persone appena riportate sono:

  • del 60% per il coniuge solo;
  • del 80% per coniuge e un figlio;
  • del 100% per coniuge e due o più figli.

Se il defunto non lascia il coniuge superstite, la pensione di reversibilità spetta ai successivi familiari nelle seguenti percentuali:

  • 70% per un solo figlio;
  • 80% per due figli:
  • 100% per tre o più figli;
  • 15% per un genitore;
  • 30% per due genitori;
  • 15% per un fratello o sorella;
  • 30% per due fratelli o sorelle.

Una volta calcolato, non è detto che quanto si ha di pensione di reversibilità resta sempre la stessa cifra perché, per legge, ci sono casi in cui l’importo può ridursi se i beneficiari percepiscono un proprio redditi.

In particolare, la pensione di reversibilità si riduce in base ai seguenti redditi:

  • 3 volte il minimo Inps per il 2022, 524,34 euro, in questo caso, la pensione è ridotta del 25%;
  • 4 volte il minimo Inps per il 2022, in questo caso, la pensione è ridotta del 40%;
  • 5 volte il minimo Inps per il 2022, in questo caso, la pensione è ridotta del 50%.

Quanto è importo reversibilità se pensione defunto è tra i 1000-2000 euro netti

Quanto si ha di reversibilità se si ha una pensione tra 1000-2000 euro netti cambia in base, chiaramente, a reddito percepito e familiare che deve beneficiare della reversibilità.

Per fare un esempio di calcolo dell’importo di pensione di reversibilità se la pensione del defunto è 1000-200 euro netti, prendendo il caso di una pensione da 1.100 euro netti al mese per un importo totale annuo di 14.300 euro netti all’anno, per 13 mensilità, l’importo di reversibilità per i familiari superstiti in base alle percentuali previste è il seguente: 

  • la moglie percepirà il 60% di 14.300 euro, cioè 8.580 euro all’anno per 660 euro netti al mese;
  • un figlio percepirà il 70%, cioè 10.010 euro all’anno per 770 euro netti al mese;
  • la moglie con un figlio minorenne percepirà l’80%, cioè 11.440 euro;
  • la moglie e due o più figli percepiranno il 100%, pari ai 14.300 euro.

Per una pensione di 1.500 euro netti al mese, per un importo annuo di 19.500 euro per 13 mensilità, l’importo di pensione reversibilità è il seguente:
la moglie percepirà il 60% di 19.500 euro, cioè 11.700 euro all’anno per 900 euro al mese per 13 mensilità;

  • un figlio percepirà il 70%, cioè 13.650 euro;
  • la moglie e un bambino percepiranno l’80%, cioè 15.600 euro;
  • la moglie e due figli prenderanno il 100%, cioè 19.500 euro.

Per chi percepisce una pensione netta di 1.700 euro al mese, l’importo che si ottiene di reversibilità, in base alle percentuali previste dalla legge, è il seguente:

  • per il solo coniuge superstite 1.020 euro netti al mese per 13 mensilità;
  • per coniuge superstite e un figlio 1.360 euro netti al mese per 13 mensilità;
  • per tre o più figli 1.700 euro netti al mese;
  • per due genitori 510 euro netti al mese.

Passando a chi percepisce una pensione netta di 1.800 euro al mese, per 13 mensilità, per un importo di 23.400 euro all’anno, la pensione di reversibilità è del seguente importo:

  • al coniuge con due figli spetta il 100% dell’importo, quindi 23.400 euro annue per 1.800 euro netti al mese;
  • stessa percentuale se in assenza del coniuge superstite, la reversibilità spetta a tre figli superstiti;
  • al figlio rimasto unico superstite senza altro coniuge spetta il 70% dell’importo, quindi 16.389 euro annue per 1.260 euro al mese;
  • al coniuge superstite spetta il 60% dell’importo di pensione, quindi 14.040 euro per 1.080 euro al mese; 
  • in mancanza di coniuge, figli e genitori, a fratelli o sorelle spetta il 30%, quindi 540 euro netti al mese.

Se la persona defunta aveva una pensione di 2mila euro netti al mese, per 26mila euro annui per 13 mensilità, la reversibilità spettante ai familiari superstiti è di:

  • 1.200 euro netti al mese per il solo coniuge superstite;
  • 600 euro netti al mese per i genitori del defunto, in assenza di coniuge e figli;
  • 2mila euro netti al mese per coniuge e due figli. 





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il