RC auto: cos'è, cosa copre e da cosa dipende?

In caso di incidente è previsto un risarcimento per il danneggiato nei limiti previsti dal massimale di polizza. Una RC auto protegge chiunque sia alla guida e ha un sinistro, non solo l’intestatario

RC auto: cos'è, cosa copre e da cosa dipende?

Cos’è l’RC auto?

L’RC auto, l’acronimo di Responsabilità Civile Auto è quel contratto assicurativo stipulato con la compagnia di assicurazione che copre i danni involontariamente causati agli altri durante l’utilizzo dell’auto. Le polizze auto coprono danni fino ad un massimale prestabilito e hanno tariffe diverse.

L’RC auto è obbligatoria e copre un veicolo anche quando è in sosta o senza guidatore. In altri termini se l’auto è assicurata, cosa che deve sempre essere per legge, in caso di incidente automobilistico i danni verranno pagati dalla compagnia di assicurazione che è stata scelta. Ecco cos’è. Ma cosa copre e da cosa dipende l’importo? In caso di incidente, è previsto un risarcimento per il danneggiato nei limiti previsti dal massimale di polizza. Una polizza RC auto protegge chiunque sia alla guida e ha un sinistro, non solo l’intestatario della polizza.

Cosa copre l’RC auto

Cosa copre l’RC auto? Se la vettura possiede una regolare copertura, gli eventuali danni causati da un sinistro saranno risarciti dalla compagnia nei limiti previsti da un massimale, vale a dire una cifra massima che la stessa assicurazione risarcisce in caso di incidente. Il massimale minimo garantito è attualmente di cinque milioni di euro per i danni alle persone e di un milione di euro per danni alle cose: oltre queste cifre sarà l’assicurato a rispondere con il proprio patrimonio. Tuttavia le compagnie possono offrire anche massimali superiori facendo pagare a colui che stipula un premio assicurativo più alto.

La polizza RC auto copre i danni provocati dal veicolo dell’assicurato a persone, animali o cose a seguito di un sinistro mentre non garantisce la copertura di eventuali danni fisici subiti dal guidatore che ha causato l'incidente. Esistono dei casi in cui l'assicurazione, pur dovendo indennizzare il danneggiato, può pretendere la restituzione di quanto pagato. Questi casi sono indicati in polizza come rivalse. Esistono inoltre dei casi in cui la copertura non è operante: in questi casi si parla di esclusioni e l’elenco completo delle casistiche non coperte dal contratto RC è riportato nelle Condizioni Contrattuali.

RC auto da cosa dipende

L’ammontare dell’importo di una Rc auto non è sempre uguale, ovviamente. Si tratta di una cifra che varia a seconda dei parametri. Da cosa dipende allora? Il costo dell’Rc auto, in generale, è calibrato in maniera direttamente proporzionale sulla probabilità che l’incidente si verifichi oppure no. Oltre al premio assicurativo in sé per sè, che viene stabilito analizzando la percentuale di rischio che quel veicolo assicurato rimanga coinvolto in un incidente, il costo dell'assicurazione auto viene anche incrementato da tasse e imposte, che pesano sul prezzo finale dell'assicurazione auto. Scendendo ancora di più nel dettaglio i fattori, chiamati fattori di rischio, che incidono sulla cifra totale della polizza assicurativa pagata dipendono da diverse valutazioni che la compagnia compie su chi vuole acquistare una polizza assicurativa e su quale veicolo vuole applicarla basandosi su alcuni parametri ben precisi.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il