Reddito di cittadinanza si mantiene anche con contratti agricoltura. I casi

Come lavorare nel settore agricolo senza perdere requisiti Isee per beneficiare del reddito di cittadinanza: chiarimenti da ministro Lavoro

Reddito di cittadinanza si mantiene anch

Si può lavorare con contratto agricolo senza perdere reddito di cittadinanza?

Il ministro del Lavoro Catalfo ha spiegato che chi percepisce il reddito di cittadinanza può svolgere lavori temporanei con contratti agricoltura senza che i relativi redditi possano influire sul valore Isee necessario ai fini del reddito di cittadinanza.

Coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza possono svolgere lavoro agricolo co relativo contratto di lavoro senza perdere il diritto al reddito di cittadinanza. Vediamo quali sono i casi in cui poter mantenere il reddito di cittadinanza anche con contratti agricoli.

  • Reddito di cittadinanza e contratti agricoltura
  • Reddito di cittadinanza con contratti agricoltura e casi

Reddito di cittadinanza e contratti agricoltura

Per sostenere uno dei settori che stano vivendo un momento di forte crisi, quello agricolo, il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, illustrando le misure inserite nel nuovo Decreto Rilancio varato dal governo Conte ancora per affrontare l’emergenza coronavirus, ha spiegato che chi percepisce il reddito di cittadinanza può prestare lavoro agricolo con contratti temporanei senza perdere il beneficio.

Pur, infatti, iniziando un lavoro con regolare contratto, il reddito che si percepisce svolgendo lavoro agricolo non viene considerato ai fini Isee, il che significa che non modifica alcun requisito detenuto dagli attuali precettori del reddito di cittadinanza ai fini del beneficio che rimane così inalterato.

Chi, dunque, percepisce il reddito di cittadinanza e non ha un lavoro può accettare le offerte di lavoro con contratti agricoltura senza che la propria situazione Isee venga assolutamente modificata. Bisogna poi considerare che si tratta di offerte di lavoro non a tempo indeterminato, che potrebbero dunque rappresentare una variazione sostanziale per i requisiti necessari per avere il reddito di cittadinanza, ma di offerte di lavoro temporanee derivanti dall’emergenza coronavirus.

Reddito di cittadinanza con contratti agricoltura i casi

Stando a quanto riportato dalle ultime notizie, si possono accettare offerte di lavoro con contratti temporanei i agricoltura non solo nei casi i cui si percepisce il reddito di cittadinanza ma anche nei casi in cui si percepiscono indennità di disoccupazione Naspi o Dis Coll e altri ammortizzatori.

Anche in questi casi, infatti, accettare offerte di lavoro nel settore primario agricolo non influisce in alcun modo sui sussidi percepiti che non decadono né subiscono modifiche per quanto riguarda gli importi già percepiti, proprio perché anche nei casi di Naspi, Dis Coll e altri ammortizzatori, il reddito derivante dal lavoro agricolo temporaneo non concorre al reddito complessivo.

Il ministro del Lavoro Catalfo ha spiegato che permettendo a chi non ha un lavoro e percepisce reddito di cittadinanza, indennità di disoccupazione Naspi e Dis Coll e altri ammortizzatori di lavorare con contratti agricoli senza perdere i relativi sussidi si aiutano sia le categorie di persone che sono precettori di sussidi e hanno possibilità di aumentare le loro entrate, sia le aziende del settore al momento in forte difficoltà.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie