Regolamento Condominiale si può cambiare o non è possibile

Cambiare il regolamento condominiale: quando e come si può fare all'unanimità o con la maggioranza. Cosa c’è da sapere e chiarimenti

Regolamento Condominiale si può cambiare

Il regolamento condominiale si può cambiare?

Un regolamento condominiale si può cambiare e in base alla sua natura, cioè se di natura contrattuale o se disciplina solo le modalità d'uso dei beni comuni, e ciò che prevede può essere cambiato all'unanimità o con la maggioranza.

Regole e divieti per i condomini: il regolamento condominiale, stando a quanto previsto dal Codice Civile, è obbligatorio per grandi condomini, che abbiano un numero dei condomini superiore a 10. Precisiamo che il regolamento di condominio regola, appunto, solo l’uso delle parti comuni dell’edificio e dei servizi condominiali, mentre è il Codice Civile che fissa le regole che devono essere invece rispettate dai condomini.
Ma il regolamento condominiale una volta definito si può cambiare?

  • Regolamento Condominiale si può cambiare o no
  • Regolamento Condominiale cosa stabilisce

Regolamento Condominiale si può cambiare o no

Il regolamento condominiale viene definito con norme approvate dall’assemblea di condominio per avere norme precise da seguire per una corretta vita condominiale nel rispetto di tutti nonché dello stesso edificio condominiale. Può, tuttavia, accadere che nel corso esigenze dei condomini cambino e sorga la necessità di cambiare il regolamento condominiale per soddisfare le eventuali nuove necessità dei condomini.

Stando a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, il regolamento condominiale, avendo natura contrattuale, si può cambiare solo all'unanimità e solo nel caso in cui si verifichino due condizioni:

  • le regole riportate limitano i diritti dei condomini sia sulle proprie proprietà esclusive sia sulle parti comuni;
  • sono previste clausole che prevedono maggiori diritti per alcuni condomini rispetto ad altri.

Se, invece, il regolamento condominiale non è di natura contrattuale ma disciplina esclusivamente le modalità d'uso dei beni comuni, per essere cambiato basta la maggioranza e non è necessaria l'unanimità.

Dunque, per riassumere, un regolamento condominiale si può cambiare e in base alla sua natura e ciò che prevede può essere cambiato all'unanimità o con la maggioranza.

Regolamento Condominiale cosa stabilisce

Ma quali le norme riportate nei regolamenti condominiali? Generalmente un regolamento di condominio riporta norme relative a:

  • uso della proprietà comune e della proprietà esclusiva, cioè il proprio appartamento;
  • partecipazione alle assemblee condominiali;
  • divisione e pagamento delle spese condominiali;
  • uso del riscaldamento condominiale;
  • fornitura acqua comune;
  • pagamento dei debiti condominiali;
  • divieto di realizzazione di opere che alterano l’aspetto architettonico dell’edificio e di modifiche strutturali senza approvazione dell’assemblea;
  • divieti per rispetto nei confronti di cose comuni o di altri condomini, come gettare acqua da finestre e balconi;
  • divieto di occupare gli spazi comuni con costruzioni provvisorie.    

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il