Ricetta elettronica medicinali può essere ripetibile o non è valida

Tempo di durata e quando la ricetta elettronica medicinali può essere ripetibile: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Ricetta elettronica medicinali può esser

La ricetta elettronica medicinali può essere ripetibile?

La ricetta elettronica per la prescrizione di medicinali può essere ripetibile ma solo entro un determinato periodo di tempo. Come, infatti, previsto dalle norme attualmente in vigore, la ricetta elettronica medica può essere ma per un periodo massimo di 6 mesi dalla data di compilazione della ricetta. 
 

La ricetta medica elettronica, come ogni altra ricetta tradizionale, viene prescritta per l’acquisto di medicinali e per poter fare analisi e richiedere prestazioni specialistiche, secondo un nuovo sistema che mette in collegamento tutte le farmacie e strutture di Italia grazie alla piattaforma Sac gestita da Sogei e che traccia tutte le prescrizioni fatte per evitare falsificazioni. Ma la ricetta elettronica medicinali può essere ripetibile o no? 

  • Ricetta elettronica medicinali può essere ripetibile o non è valida
  • Quando è valida la ricetta elettronica medicinali 

Ricetta elettronica medicinali può essere ripetibile o non è valida

La ricetta elettronica per la prescrizione di medicinali può essere ripetibile ma solo entro un determinato periodo di tempo. Come, infatti, previsto dalle norme attualmente in vigore, la ricetta elettronica medica può essere ma per un periodo massimo di 6 mesi dalla data di compilazione della ricetta e in ogni caso per non più di dieci volte, La validità della ricetta elettronica medicinali è, dunque, di 6 mesi dalla data del rilascio.

Se, quindi, in generale la ricetta elettronica medica è ripetibile, possono esserci casi in cui il medico che prescrive i medicinali non ammette la ripetibilità, per cui la ricetta può essere effettuata solo una volta e solo per un singolo acquisto di medicinali o, comunque, rispettando la diversa indicazione riportata dal medico prescrivente, che può indicare una ripetibilità per un numero di mesi non superiore a 6 mesi.

Ogni volta che il paziente acquista il medicinale prescritto, il farmacista deve timbrare la ricetta con il timbro della farmacia, annotare il prezzo praticato e la data della dispensazione e restituire sempre la ricetta al cliente.

Quando è valida la ricetta elettronica medicinali 

La ricetta elettronica medica, che deve essere compilata solo dai medici dipendenti di strutture pubbliche o convenzionati con il servizio sanitario nazionale e usata per la prescrizione di una terapia farmacologica, la prescrizione di un esame diagnostico o una visita specialistica a carico del servizio sanitario, ha generalmente validità di un anno.

Precisiamo che la ricetta elettronica medicinali può essere scaricata dal paziente e visualizzata da parte dell’erogatore con un accesso online al Sistema di Accoglienza Centrale (SAC), anche attraverso i Sistemi di Accoglienza Regionali (SAR), dove è possibile controllare ricetta e relativo contenuto.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il