Ripartizione delle spese in condominio per le canne fumarie. Chi paga e quanto secondo leggi 2020

Come si dividono le spese in condominio per le canne fumarie e quanto si paga i base a millesimi di proprietà: cosa c’è da sapere

Ripartizione delle spese in condominio p

Chi paga le spese in condominio per le canne fumarie?

Stando a quanto previsto dalle leggi 2020, le spese di installazione, manutenzione e sostituzione di canne fumarie in condominio sono a carico di tutti in condomini in base a quanto previsto dalla tabella millesimale generale. Ciò significa che le spese in condominio per lavori di manutenzione delle canne fumarie vengono ripartite tra i condomini in base ai millesimi di proprietà o in base alle tabelle d'uso, definite e approvate per tale tipologia di spesa.

Installazione e manutenzione delle canne fumarie in condominio sono soggette a precise norme legislative che stabiliscono come in condominio possono esserci canne fumarie per l'impianto di riscaldamento centralizzato o per singoli impianti e in tal caso possono esserci tante canne fumarie quanti sono gli impianti o può esserci solo una canna fumaria per convogliare i fumi di più impianti o di tutti i singoli impianti del condominio. Vediamo chi paga le spese in condominio per le cane fumarie.

  • Ripartizione spese in condominio per le canne fumarie
  • Quanto si paga per spese in condominio per le canne fumarie

Ripartizione spese in condominio per le canne fumarie

Le spese in condominio per le canne fumarie per l'impianto di riscaldamento centralizzato, in quanto necessarie a tutti i condomini, sono soggette alle decisioni dell’assemblea di condominio e, stando a quanto previsto dalle leggi 2020 in vigore, i costi devono essere ripartiti tra tutti i condomini in base alle relative quote, come previsto per la divisione delle spese condominiali in generale.

Dunque, per la ripartizione delle spese in condominio per le canne fumarie, e cioè per le spese di installazione, manutenzione e sostituzione, si segue quanto previsto dalla tabella millesimale generale e quindi si dividono in base ai millesimi di proprietà.

Nel caso in cui l'assemblea deliberi il passaggio da canne fumarie singole a una canna fumaria comune, la decisione sarebbe vincolante per i soli condomini favorevoli e la relativa ripartizione delle spese avverrebbe solo tra gli stessi condomini favorevoli.

Quanto si paga per spese in condominio per le canne fumarie

Stando a quanto stabilito dall’art. 1123 III comma c.c., le spese in condominio per installazione, manutenzione e pulizia delle canne fumarie devono essere ripartite solo tra i condomini che effettivamente usano e a cui serve la canna fumaria, mentre nel caso di canna fumaria solo singoli appartamenti, le spese devono essere sostenute dal proprietario a cui serve perchè non è comune agli altri condomini.

Nel caso di ripartizione delle spese per le canne fumarie tra tutti i condomini, il costo dipende dai millesimi di proprietà ed è, dunque, variabile da condomino a condomino. Precisiamo, inoltre, che esistono detrazioni fiscali per gli interventi sulle canne fumarie, sia nel caso di interventi su immobili di proprietà esclusiva o sia nel caso di interventi su parti in comune di un edifico di un condominio, pari al 50% della spesa sostenuta.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie