Risarcimento morale in caso di malfunzionamento Internet a chi spetta e quando secondo sentenze Cassazione

Il ruolo fondamentale di Internet non può infatti essere negato e la stessa Cassazione ha spiegato che quando ci sono di mezzo i diritto occorre una certa flessibilità.

Risarcimento morale in caso di malfunzio

Malfunzionamento Internet, esiste il diritto al risarcimento morale?

I due pilastri attorno a cui ruota il diritto al risarcimento morale sono l'esistenza di un reato da parte del provider ovvero di colui che offre il servizio di collegamento al web, oppure la violazione di uno dei diritti fissati nella Costituzione italiana. Rispetto al risarcimento morale in caso di malfunzionamento Internet, per la Cassazione si tratta di una pretesa che non trova riscontro. Diverso è invece il caso del risarcimento danno che può invece essere riconosciuto in base alle disposizioni legislative in vigore.

La certezza è che senza Internet avremmo serie difficoltà a organizzare le nostre vite sia dal punto di vista professionale che relazione. Inevitabile che sia così considerando la centralità assegnata. Ed è allora inevitabile chiedersi cosa fare nel caso di malfunzionamento ovvero con chi prendersela?

Detto in altri termini, esiste il diritto al risarcimento morale? Come vedremo in questo articolo, la questione è tutt'altro che secondaria poiché più volte i tribunali di ogni grado di giudizio si sono pronunciati sulla questione e non sempre le decisioni sono andate nella medesima direzione. Non ci resta allora che entrare nei dettagli di queste sentenze, con particolare attenzione a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione e in particolare:

  • Malfunzionamento Internet, esiste il diritto al risarcimento morale o no
  • Danni malfunzionamento Internet e indispensabilità della connessione

Malfunzionamento Internet, esiste il diritto al risarcimento o no

I due pilastri attorno a cui ruota il diritto al risarcimento morale sono l'esistenza di un reato da parte del provider ovvero di colui che offre il servizio di collegamento al web, oppure la violazione di uno dei diritti fissati nella Costituzione italiana.

Si tratta quindi di capire che il mancato accesso alla Rete configura una di queste situazioni. La risposta non è affatto scontata perché - per fare un confronto - non viene riconosciuto il diritto al risarcimento morale se la linea telefonica è fuori uso.

Il ruolo fondamentale di Internet non può infatti essere negato e la stessa Cassazione ha spiegato che quando ci sono di mezzo i diritti occorre una certa flessibilità. In pratica anch'essi cambiano nel tempo con l'evoluzione della società e dei suoi bisogni.

Li considera un catalogo aperto con la conseguenza che diritti in passato sono stati considerati secondari diventano con il tempo fondamentali. Alcuni esempi avanzati dagli stessi giudici sono il diritto all'identità personale, il diritto alla riservatezza e il diritto all'identità digitale.

Allo stesso tempo diritti che in passato potevano essere considerati inviolabili perdono quota per non essere più ritenuti di rilievo giuridico. Rispetto al risarcimento morale in caso di malfunzionamento Internet, per la Cassazione si tratta di una pretesa che non trova riscontro. Diverso è invece il caso del risarcimento danno che può invece essere riconosciuto in base alle disposizioni legislative in vigore.

Danni malfunzionamento Internet e indispensabilità della connessione

Naturalmente, la prima cosa che viene in mente quando si pensa a Internet è la comunicazione. Poiché collega milioni o addirittura miliardi di dispositivi, consente alle persone di comunicare tra loro in tutto il mondo. Non occorre più inviare lettere e aspettare settimane, a volte mesi per una risposta.

Al giorno d'oggi, in pochi millisecondi, è possibile connettersi con chi si vuole. Ci sono molti usi di Internet nell'istruzione. Molte istituzioni educative praticano lezioni online, sia per l'intera classe che per la persona che non può partecipare alla lezione. Inoltre, ci sono molti corsi online per chi non vuole impegnarsi in un'università.

Ogni studente conosce la difficoltà di scrivere un saggio o qualsiasi altro tipo di articolo scientifico. Bisogna padroneggiare un argomento in pochi giorni o diverse ore. Leggere tonnellate di libri richiede tempo. È allora che Internet viene in soccorso. Con il suo aiuto, è possibile trovare tutto ciò di cui si ha bisogno sull'argomento . Tuttavia bisogna sapere dove e come guardare.

Film, musica, programmi TV, YouTube, fumetti, videogiochi, l'elenco potrebbe continuare all'infinito. Ogni utente può trovare qualcosa con cui divertirsi su Internet. Alcune di queste cose potrebbero non essere legali o appropriate per i bambini, quindi è necessario un certo controllo.

Alcune persone vanno a lavorare tutti i giorni, si siedono in un ufficio fino alla fine della giornata e poi tornano a casa per riposarsi e ripetere l'iter al mattino.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il